Foti (Fdi-An): «Mantenere il collegamento ferroviario tra San Nicolò e Piacenza»

Il consigliere regionale chiede di rispondere con urgenza alla richiesta fatta dal sindaco di Rottofreno, visto il successo che ha avuto il servizio sostitutivo e i benefici alla viabilità che ne deriverebbero

Mantenere il collegamento ferroviario tra San Nicolò e Piacenza messo in campo per sostituire quello su autobus durante la chiusura del ponte sul fiume Trebbia. Lo chiede, attraverso un'interrogazione, Tommaso Foti consigliere regionale di Fratelli d'Italia-Alleanza nazionale appoggiando la posizione del sindaco di Rottofreno, Raffaele Veneziani, e domandando al governo regionale "se non ritenga doveroso esprimersi con urgenza" sulla proposta presentata dal primo cittadino del comune piacentino. Veneziani, riporta Foti nell'atto, "oramai da quasi due mesi, ha chiesto alla Regione il mantenimento del servizio, quanto meno con la fermata a San Nicolò di cinque dei sette treni autorizzati a farlo dal mese di giugno, anche introducendo il pagamento del servizio", visto che come sostituzione il trasporto era gratuito. Ancora oggi però, scrive Foti, la richiesta, "non solo legittima ma ampiamente condivisibile se non altro perché destinata comunque ad alleggerire il flusso di traffico su un asse fortemente utilizzato sia ai fini della mobilità privata che di quella pubblica, è rimasta lettera morta". Un "inspiegabile ritardo" che Foti chiede di sanare rispondendo "auspicabilmente in senso positivo" alla richiesta del sindaco. Il collegamento gratuito su rotaia (nei fatti una sorta di "metro" in superficie) "ha avuto un successo molto significativo, in particolare modo tra gli studenti e i pendolari- argomenta Foti- e cioè tra le due categorie di persone che a breve dovranno decidere se rinnovare o meno l'abbonamento per l'utilizzo dell'autobus". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

Torna su
IlPiacenza è in caricamento