menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Foti: «Quanto è costato demolire l'albergo abusivo di Barberino?»

Nell'interrogazione alla Giunta, il consigliere regionale segnala il profilo del danno erariale nel caso in cui la Regione non provveda al recupero della spesa anticipata

Facendo seguito a una serie di atti ispettivi, depositati fin dal 1985 nel Parlamento della Repubblica, Tommaso Foti, del gruppo Fratelli d’Italia-An, ricapitola la vicenda relativa a un immobile sito in località Orrido di Barberino, Comune di Bobbio, in alta val Trebbia (PC), di cui era stata “ordinata la demolizione sin dal lontano 1978”. Scrive il consigliere che “nell’evidente complicità di più pubblici poteri - convinti, a parole, della necessità dell’abbattimento dell'immobile in questione, nei fatti maestri nel lasciare tutto com’era - si è dovuta attendere la tragica alluvione (13 e 14 settembre 2015) che ha colpito vaste zone della Provincia di Piacenza perché venisse abbattuto il predetto ex albergo Barberino”.

Ma negli atti conseguenti alla verifica dei danni a infrastrutture pubbliche e private, non si farebbe cenno a questo immobile, salvo inserirlo fra i 24 interventi urgenti “già finanziati dalla Regione Emilia-Romagna a favore degli enti locali”; in particolare, per la demolizione di un “fabbricato fortemente lesionato per scongiurare rischio occlusione alveo torrente Trebbia”, è stata indicata una spesa di 128.480 euro.

Ora, dopo avere anticipato il costo delle opere al Comune di Bobbio, la Regione ha attivato le dovute procedure per il recupero della spesa? Foti lo chiede alla Giunta, nella convinzione che non sia “possibile che gli oneri derivanti dall’abbattimento di una costruzione ritenuta abusiva dalla competente autorità siano posti a carico della collettività”. Nella sua interrogazione alla Giunta, il consigliere chiede di identificare “quale norma di legge autorizzi detto omissivo comportamento, censurabile sotto più profili e rilevante ai fini contabili, quanto meno sotto il profilo del danno erariale”. Foti chiede, infine, se il ponte crollato risulti oggi transitabile e quando al posto dell’albergo abbattuto sarà realizzata la pista ciclabile fino a Cassolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento