rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Politica

Dimissioni di Foti, «Marciare divisi per colpire uniti. Il Pdl non è morto»

Werner Argellati, vicecoordinatore provinciale del Pdl, al tavolo con Paola Pizzelli e Simone Giorgi, parlano delle dimissioni di Foti dal partito: «Grande politico, abbiamo un obiettivo comune. Il Popolo delle Libertà non è morto»

«Marciare divisi per colpire uniti. Il Pdl non è morto». Con queste parole Werner Argellati, vicecoordinatore provinciale del Pdl, al tavolo con Paola Pizzelli e Simone Giorgi, ha esordito nell'incontro con la stampa alla sede del partito in via XXIV maggio in città. Il motivo? Le dimissioni di Foti dal Pdl e il suo approdo in Fratelli d'Italia.

«Questa separazione - dice Argellati - è stata consensuale, l'obiettivo è uno solo e lo condividiamo: non consegnare l'Italia al centrosinistra. Il Pdl non è morto, anzi, ci stiamo organizzando per le candidature dei parlamentari, puntiamo ad averne ancora uno piacentino. Il partito è molto radicato sul territorio e conta tante persone che potrebbero candidarsi tranquillamente. Con le dimissioni di Foti dovrebbe decadere tutto il quadro dirigenziale ma per ora stiamo aspettando un commissario che farà le veci di Foti fino a quando sarà necessario». «Ringrazio Tommaso per il lavoro svolto - dice ancora Argellati - credo sia una persona onesta che ha fatto molto per la politica piacentina.  Invito la Lega Nord a correre con noi e a passare sopra a certe cose per perseguire l'obiettivo più importante: vincere».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimissioni di Foti, «Marciare divisi per colpire uniti. Il Pdl non è morto»

IlPiacenza è in caricamento