menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Quarto

Quarto

Fusione Gossolengo, Travo e Rivergaro, Zanardi: «Quarto in una situazione assurda»

Ipotetica fusione, il consigliere provinciale di Forza Italia: «La frazione di Quarto si trova in una situazione assurda: suddivisa in due sezioni, facenti parte di due comuni differenti»

«Mi trovo d'accordo con l'intervento del consigliere regionale Tommaso Foti in relazione all'assurda situazione in cui si ritrova la frazione piacentina di Quarto, suddivisa in due sezioni, facenti parte di due comuni differenti, soprattutto alla luce dell'eventuale fusione tra Gossolengo, Travo e Rivergaro.  Sul punto, vorrei specificare che ritengo alquanto opinabile, già di per sé, la prospettiva di una fusione proprio tra i tre comuni sopra citati». Si legge in una nota di Gloria Zanardi, consigliere provinciale di Forza Italia. 

«Premetto che, da sempre, ho manifestato la mia opinione favorevole in ordine alla possibilità di valutare la positività della fusione di comuni, in particolare modo per quelli più piccoli delle montagne, già troppo spesso penalizzati da una visione poco lungimirante di politica nazionale e regionale. Ciò, nel segno, non tanto di una mera razionalizzazione delle spese che spesso, se affrontata con troppa sfrontatezza (vedi Legge Delrio) porta ad inefficienza, ma di una reale riorganizzazione territoriale da cui possa derivare, dopo attente valutazioni, una maggiore progettualità per il futuro. Ciò premesso, esterno oggi le mie perplessità in relazione alla fusione Travo, Gossolengo e Rivergaro a causa di una palese incoerenza istituzionale che, a mio parere, evidenzia già le contraddizioni alla base della proposta.  Ritengo, infatti, quantomeno assurdo che uno dei promotori dell'iniziativa sia il sindaco di Travo che ricopre la carica di presidente nell'Unione Alta Val Trebbia e Val Luretta di cui non fanno parte Gossolengo e Rivergaro. Si discute tanto di riorganizzazione, soprattutto a seguito della Legge Delrio (non mi soffermerò nuovamente in merito al caotico riordino che ha prodotto con riferimento all'ente provincia) per poi essere messi di fronte a situazioni come la fusione di cui sopra e la divisione territoriale di Quarto che lasciano sconcertati». Conclude. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento