Fusione in Alta Valnure, il no di Rancan (Ln): «Creerebbe altri problemi»

Il consigliere regionale disapprova il progetto di fusione per Bettola, Farini e Ferriere

«Giusto coinvolgere i cittadini nelle scelte riguardanti il proprio territorio, ma amalgamare l’alta Val Nure in un unico comune potrebbe creare ulteriori problemi ad una zona particolarmente delicata». È il parere del consigliere regionale della Lega Nord Matteo Rancan sulla fusione dei Comuni di Bettola, Farini e Ferriere in un unico soggetto amministrativo. «Con questo processo – evidenzia l’esponente del Carroccio - si costituirebbe un municipio scarsamente popolato ma esteso su una superficie di 413 chilometri quadrati, troppi per garantire una buona gestione amministrativa e non incorrere nel rischio di creare un distacco tra i cittadini e le istituzioni che li rappresentano. Il parere positivo che ho espresso nell’Assemblea legislativa dell’Emilia Romagna in merito all’iter referendario – aggiunge Rancan - non modifica la mia posizione di assoluta contrarietà alla fusione dei tre comuni valnuresi: l’Appennino piacentino ha infatti tante note criticità e necessità che un accorpamento di questo tipo non risolverebbe. Non vorrei che, come già avvenuto troppe volte, anche in questo caso le promesse economiche inoltrate dalla Regione ai Comuni prevalessero sugli interessi reali dei cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al fisco 5mila euro e lavoratori in nero ma in casa un tesoro da mezzo milione: ristoratori indagati

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Irenfutura, 13 posizione aperte in Emilia per lavorare con Iren

Torna su
IlPiacenza è in caricamento