Fusioni, mozione di censura contro l'assessore Petitti da Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d'italia

"Politicamente responsabile del risultato dei referendum e incapace di aprire un confronto sui risultati negativi delle fusioni completate"

Emma Petitti

In merito ai referendum consultivi tenutisi domenica 16 ottobre per l’istituzione di sei nuovi Comuni mediante fusione di Amministrazioni comunali, il cui risultato non è stato nel complesso favorevole alle fusioni, i consiglieri della Ln, primo firmatario Alan Fabbri, il consigliere Galeazzo Bignami (Fi) e il consigliere Tommaso Foti (Fdi-An) hanno depositato una mozione di censura nei confronti dell’assessore regionale al Bilancio, riordino istituzionale, risorse umane e pari opportunità, Emma Petitti. Secondo i firmatari, l'assessore si è “prodigata pubblicamente a dipingere le fusioni come l’unica strada per fornire i migliori servizi e mantenere, ove possibili, costi sostenibili”. La mozione di censura sarà discussa e approvata dall’Assemblea legislativa.

I referendum consultivi – si legge nell’atto – hanno interessato 16 Comuni distribuiti in 5 province per un totale di circa 61.500 cittadini coinvolti. I risultati hanno messo in luce, complessivamente, “una dilagante perplessità dei cittadini sull’istituto regionale delle fusioni, una mancanza di fiducia rispetto ai contenuti della legge regionale e una scarsa credibilità degli amministratori regionali e locali che in questi mesi hanno promosso una martellante propaganda a favore del ‘SI’ nei territori di riferimento”.

L’esito delle consultazioni, pertanto – evidenziano i proponenti –, rappresenta una chiara battuta d’arresto nell’attuazione del progetto delle fusioni e una sconfitta politica dell’assessore Petitti, che “non ha saputo né voluto prendere atto del fallimento delle politiche regionali da lei propugnate, risultando incapace di aprire la strada a un rinnovato confronto sulla materia e a una credibile valutazione sulle ricadute negative emerse dopo le fusioni già completate, che in molti casi hanno determinato appesantimenti burocratici e aggravio di costi”.
 Oltre ad Alan Fabbri hanno sottoscritto la mozione i consiglieri della Ln Massimiliano Pompignoli, Fabio Rainieri, Gabriele Delmonte, Daniele Marchetti, Stefano Bargi, Matteo Rancan, Marco Pettazzoni, Andrea Liverani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento