rotate-mobile
Politica

Gentiloni: «Una vergogna quanto successo a Piacenza»

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni commenta l’episodio di via Sant’Antonino. Il segretario Pd Renzi: «Chi picchia un carabinieri non è un antifascista ma un criminale»

Le immagini di Piacenza, «dove un appuntato dei carabinieri è stato colpito da un gruppo di vigliacchi sono una vergogna». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, intervenendo alla cerimonia di apertura della Scuola Ufficiali Carabinieri (lo riporta l’agenzia Ansa). «I carabinieri - ha sottolineato Gentiloni - sono la forza armata che gli italiani sentono come vicini di casa, sono vicini a chi soffre, ci sono nel momento del bisogno, rispettano gli indagati, rifiutano la violenza e le sopraffazioni e per questo - ha aggiunto - ogni violenza contro i carabinieri colpisce l'intera nostra comunità». «Chi picchia un carabiniere non è un antifascista, è un criminale», è quanto ha aggiunto Matteo Renzi, segretario del Partito Democratico, intervento alla trasmissione "L'aria che tira" su La7.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gentiloni: «Una vergogna quanto successo a Piacenza»

IlPiacenza è in caricamento