Martedì, 21 Settembre 2021
Politica Rottofreno

«Una politica genuina restando vicini ai cittadini»: a Rottofreno la nuova lista "Insieme si può fare"

Nella corsa alle elezioni amministrative 2021, spunta a sorpresa una terza lista, che candida come sindaco il 52enne Francesco Nardino, per tanti anni in servizio alla stazione dei carabinieri di San Nicolò

Nella corsa alle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre, a Rottofreno spunta a sorpresa una terza lista: si tratta di "Insieme si può fare", che candida come sindaco il 52enne carabiniere Francesco Nardino. Pugliese di origine ma sul suolo piacentino dal 1990, ha prestato servizio per tanti anni alla stazione dei carabinieri di San Nicolò, prima di accettare l'incarico di comandante in sede vacante del nucleo radiomobile in provincia di Bologna nel settembre di quest'anno.

Un progetto ambizioso ma estremamente voluto in prima battuta da Antonella Dapoto, la mente da cui è partita l'idea di mettersi in campo in questa avventura politica. Affetta da sclerosi multipla fin dall'adolescenza, con tenacia e caparbietà è passata dalla sedia a rotelle alle stampelle, coltivando la voglia di fare qualcosa per gli altri: «Mi piace svegliarmi la mattina e sapere che posso essere utile in qualche modo verso tutte quelle persone che soffrono e anche nei confronti delle loro famiglie», racconta. «La nostra intenzione è anche quella di decurtarci lo stipendio in modo da creare un fondo proprio per aiutare chiunque sia affetto da malattie e disabilità».

Una lista estremamente votata al sociale, come si evince dal simbolo creato per l'occasione: «Raffigura un insieme di persone che si tengono abbracciate, e per noi vuole significare la genuinità della politica, lo stare vicino ai cittadini. Siamo gente umile e semplice, pronta a mettersi al servizio degli altri e che crede molto nei progetti che vogliamo realizzare, soprattutto a livello umano. Dalla creazione di un assessorato alla solidarietà e alle disabilità al gemellaggio con il progetto "I bambini delle fate", dall'abbattimento delle numerose barriere architettoniche ancora presenti sul territorio alla riqualificazione dell'ex asilo di Santimento in una casa per anziani, oltre all'abbellimento e alla sistemazione delle aree cimiteriali, per onorare coloro che non ci sono più» spiega Nardino.

Particolare attenzione anche alla viabilità, da sempre punto centrale di tutte le campagne elettorali: «Per quanto riguarda San Nicolò, la strada che porta a Centora è molto utilizzata dagli abitanti, sopratutto nel weekend e con la bella stagione; è necessario metterla in sicurezza, creando una pista ciclabile e pedonale. A Santimento, invece, vi è una problematica con i mezzi pesanti, e l'obiettivo è quello di deviarli fuori dal centro abitato».

Binocolo del programma puntato anche sulle politiche ambientali, con la piantumazione di nuovi alberi e creazione di nuove aree verdi, anche per gli amici a quattro zampe, oltre a favorire iniziative per incentivare gli spostamenti in bicicletta. Largo anche a sport e cultura, con la creazione di una "Commissione delle società sportive" per avere relazoni regolari con le stesse, oltre a valutare la realizzazione di nuove strutture da rendere fruibili anche ai disabili; intesa e collaborazione anche con parrocchie, associazioni e istituti scolastici del luogo, cercando di recuperare e valorizzare il patrimonio storico del comune.

La lista è composta da 17 persone: Francesco Nardino, Antonella Dapoto, Martina Cocomazzi, Angela Bellavita, Benedetta Agosti, Cristian Tramelli, Francesco Laiso, Giorgia Gallinari, Maria Cristina Zanfretta, Joel Mora, Ludovico Barbarossa, Marco Borgonovi, Michele D’Onofrio, Michele Troccoli, Samantha Favari e Umberto Bacchiocchi.

Nardino insieme di può fare-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Una politica genuina restando vicini ai cittadini»: a Rottofreno la nuova lista "Insieme si può fare"

IlPiacenza è in caricamento