Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica

Giardino: «Destiniamo alcuni scorci della città alla street art»

La proposta del consigliere del Misto: «Abbellirebbe alcuni palazzi del Peep o del Ciano». Il sindaco: «Favorevole, ma le zone esistono già». L'elenco presenta undici luoghi disponibili per l'arte di strada

Un finto murale – in realtà un fotomontaggio elaborato al computer – aveva, di recente, tratto in inganno molti piacentini sui social. In Michele Giardino-6un cantiere di via Romagnosi era stata realizzata un’opera artistica, poi rimossa qualche ora dopo dagli operai. In realtà era un falso, prodotto per provocare. Tanti, su Facebook, si erano indignati per la rimozione del murale, denunciata anche da qualche giornale (non questo) ed esponente politico locale. Ma era tutto finto, una burla in piena regola per invitare a riflettere sull’arte e l’urbanistica locale.

Sulla vicenda è voluto tornare Michele Giardino, consigliere del Gruppo Misto, nella seduta di Consiglio del 18 gennaio. «Il caso del finto murale – ha dichiarato Giardino - ci ha permesso di scoprire che in città vivono tanti cultori e artisti della “street art”, l'arte di strada. Sarebbe bello permettere a questi artisti di dipingere alcune facciate di edifici del Peep (Farnesiana, ndr) o del Ciano. Magari anche organizzare un festival d’arte in città. Abbellirebbe certi scorci grigi della città. Questi maxi affreschi, se ben fatti, possono essere un richiamo turistico». «Sono favorevole – ha dichiarato il sindaco Patrizia Barbieri - se si tratta di un progetto serio. Se si va in giro a caso a sporcare i muri non va bene. Ma ci sono dei luoghi deputati per la street art, l’assessore Zandonella aveva già individuato delle zone apposite per questo». «L’assessore non ha individuato delle zone nuove – ha puntualizzato il capogruppo Pd Stefano Cugini -, queste erano già state previste. Si sta solo proseguendo un discorso già iniziato dal 2009. Fa piacere che il sindaco sia d’accordo».

STREET ART, DOVE SI PUO' FARE?

L'assessore alle politiche giovanili Luca Zandonella ha fornito l'elenco dei luoghi cittadini dove è consentita l'arte di strada. 

• Muro di cinta cortile anagrafe (anche identificato dal Consiglio Comunale dei ragazzi)

• Sottopasso di Via XXI Aprile

• Muro di cinta del campo da Rugby Beltrametti

• Casetta ubicata nei Giardini via Serravalle Libarna

• Sottopasso di via Aveto

• Sottopasso via dei Pisoni

• Muro di cinta dei giardini di Padre Gherardo

• una parete dell’edificio adibito a canile municipale ubicato in Strada della Madonnina n. 40 (parete che si affaccia sul cortile interno della struttura)

• muro di recinzione dell'area ove sono ubicati i magazzini e gli uffici dell'U.O. Manutenzione in via Manzoni;

• muro del sottopasso di via Monte Carevolo

• parete di una palazzina situata all'interno di Spazio 2, in via XXIV maggio 51

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giardino: «Destiniamo alcuni scorci della città alla street art»

IlPiacenza è in caricamento