Giovani Padani: «Noi, rappresentazione di un impegno politico riconosciuto»

«Il Movimento Giovani Padani è la rappresentazione di un impegno politico diretto che la cittadinanza riconosce». È il commento del movimento giovanile della Lega Nord piacentina, coordinato da Davide Garilli, dopo le elezioni amministrative in otto comuni della provincia

il gruppo dei candidati del Movimento Giovani Padani che hanno partecipato alle elezioni

«Il Movimento Giovani Padani è la rappresentazione di un impegno politico diretto che la cittadinanza riconosce». È il commento del movimento giovanile della Lega Nord piacentina, coordinato da Davide Garilli, dopo le elezioni amministrative in otto comuni della provincia. «Abbiamo infatti ottenuto – scrive il Mgp in una nota – un risultato eccezionale dove la Lega ha appoggiato le liste civiche o dove si è presentata con il proprio simbolo. In particolare siamo orgogliosi dell’esito del voto a Fiorenzuola d’Arda, strappata al centrosinistra dopo vent’anni, nel cui consiglio comunale entreranno due ragazze del nostro movimento: Lorenza Rossi ed Elena Grilli. A loro, come a Gianmaria Pozzoli entrato a Rottofreno, Michele Corradini a Cortemaggiore e a Mattia Rossi al quale sono mancate solo due preferenze sulle settanta ottenute a Borgonovo Val Tidone, vanno i complimenti per il successo e i ringraziamenti per l’impegno profuso durante la campagna elettorale. L’obiettivo – prosegue il Mgp - sarà d’ora in poi quello di promuovere le nostre proposte nei comuni che hanno scelto il movimento e di agire con la massima dedizione nei confronti di tutti gli elettori che ci hanno dato fiducia. Ringraziamo inoltre tutti coloro che si sono spesi in prima persona contribuendo al risultato finale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento