Girometta (Fi): «Quanti profughi ospiterà ancora la nostra città?»

L’intervento del consigliere comunale di Forza Italia Maria Lucia Girometta

«Il continuo arrivo di profughi in  Italia – scrive in un comunicato Maria Lucia Girometta (Forza Italia) - e la loro accoglienza è, in questo momento, una delle principali emergenze che l’Italia, abbandonata dall’Unione Europea, si trova ad affrontare.  Proprio in questi giorni abbiamo letto sulla stampa locale la notizia dell’arrivo di alcune decine di profughi a Piacenza.

Mi chiedo quanti profughi ospiterà ancora la nostra città, se sono state individuate strutture pubbliche da destinare alla loro accoglienza e se ci sono privati che hanno dato la propria disponibilità ad ospitarli.  Credo sia necessario far sapere al più presto ai cittadini, come saranno suddivise le persone arrivate nel nostro territorio. Si tratta di una questione che ha suscitato polemiche in molte città e zone di tutta Italia.

Ogni giorno leggiamo e sentiamo lamentele di persone, esasperate dai parcheggiatori abusivi o dalle richieste insistenti di elemosina davanti ai supermercati. A Piacenza il sindaco e la giunta, su qualsiasi tema, brillano per la totale mancanza di risposte esaustive e anche sul tema dell’immigrazione non c’è mai stata una risposta chiara.

Intanto ancora si aspetta una presa di posizione anche in merito alla moschea, tanto sollecitata in Consiglio Comunale. Sono troppi, i profughi richiedenti o titolari di protezione internazionale o umanitaria  accolti quest’anno in Italia e soprattutto sono troppi per le nostre città e paesi, dove emergono evidenti criticità già fra i nostri italiani.

E' sicuramente importante ricordare la condizione di chi è costretto a scappare da terre devastate, da guerre e carestie e a chiedere asilo in Paesi lontani sperando di migliorare la propria condizione e quella dei propri, ma è altrettanto importante salvaguardare la condizione di tanti italiani e soprattutto piacentini che hanno difficoltà ad arrivare a fine mese: ed è di primaria importanza salvaguardare i nostri cittadini in termini di sicurezza e quieto vivere».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento