menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giunta in ritiro, «Recuperemo 800mila euro di disavanzo dell’Asp in tre anni»

Assessori in ritiro a Strela di Compiano (Pr). Il sindaco Dosi: «Università piacentina mai stata in discussione: metteremo 600mila euro per completare l'ultima parte del San Vincenzo». Bilancio approvato entro dicembre 2015, asilo internazionale e Vaiarini pronti nel settembre 2016. Domani si parlerà di sicurezza: è previsto l’arrivo del comandante della polizia municipale Stefano Poma

Sono partiti alle 7 del mattino del 31 agosto e subito si sono messi attorno a un tavolo a discutere dell’agenda politica del Comune di Piacenza dei prossimi dodici mesi. È iniziata la tradizionale due giorni di ritiro per la giunta comunale, al gran completo, e a spese proprie, sull'Appennino Parmense. Il sindaco Paolo Dosi, il suo vice Francesco Timpano e il resto della “squadra” amministrativa (più il segretario generale Vincenzo Filippini e il vice Ermanno Lorenzetti) sono infatti partiti alla volta dell’agriturismo “Il cielo di Strela” a Strela di Compiano, fuori provincia (ma nella diocesi di Piacenza-Bobbio), in montagna, per riflettere sul da farsi. Primo punto all’ordine del giorno, la volontà di approvare entro il dicembre 2015 il bilancio previsionale 2016. Da due anni l’Amministrazione arriva a votare il documento alla fine di luglio: ora c’è l’impegno a discutere il bilancio – e le sue innumerevoli pieghe – e a votarlo, il più presto possibile. 11816988_10207522349606206_6776999913545110930_n-2

«Abbiamo selezionato diversi temi – fa sapere il primo cittadino - che riteniamo possano essere concretamente realizzati». Nella giornata di oggi sono intervenuti in particolare gli assessori Stefano Cugini (Welfare), Luigi Gazzola (bilancio), Tiziana Albasi (cultura) e Francesco Timpano (sviluppo economico). «Ci siamo soffermati sul tema Asp “Vittorio Emanuele” – continua Dosi -: dopo il recente piano di revisione dei costi per ridurre al massimo il passivo di 1 milione e 300 mila euro avuto nel 2014, dovremmo ora essere in grado nei prossimi tre anni di recuperare 800mila euro. Questo ci consentirebbe di fare un investimento per la nuova Cra, casa residenza anziani, all’interno della struttura».

Settembre 2016 sarà – anzi, dovrebbe essere – il mese in cui verranno consegnati l’asilo Vaiarini ristrutturato e il nuovo asilo internazionale promosso in collaborazione con Confapindustria. «Cerchiamo di essere prudenti, riteniamo di farcela ma ci possono essere sempre sorprese dietro l’angolo. Noi vorremmo consegnarlo per quel periodo». Il San Vincenzo – che già aveva ottenuto 4 milioni di euro dal Miur, riceverà ancora in dote 600mila euro dalle casse comunali. «Ci consentiranno di recuperare l’ultima parte del complesso  e quindi di confermare indirettamente tutto il nostro impegno per rafforzare l’offerta universitaria piacentina, mai stata in discussione. Ribadiamo la nostra attenzione su questo settore». Confermati e rafforzati, promette il sindaco, anche le iniziative a favore delle Start Up locali, dell’imprenditoria giovanile, dell’Urban Hub e di Spazio 2.

Durante il pomeriggio di confronto si è discusso anche del documento strategico per lo sviluppo economico locale redatto negli scorsi mesi da Francesco Timpano. Il documento è stato passato in rassegna dagli assessori e rivisto in base alle novità e agli sviluppi emersi negli ultimi tempi. «Di questo, molti progetti sono stati avviati e molti sono in partenza – sottolinea Dosi -, e tutti concorrono a dare una risposta a temi che riguardano il lavoro e lo sviluppo del territorio». «Per quanto riguarda l’offerta culturale, organizzeremo invece una mostra sul “Guercino”, oltre ad altre iniziative ed eventi che promuovano il nostro territorio. Ci avvalleremo in questo sopratutto della collaborazione della “Fondazione di Piacenza e Vigevano” e di soggetti privati».

Domani, primo settembre, sarà dedicata maggiore attenzione alla valorizzazione del patrimonio urbano, alla città e al tema sicurezza. Interveranno gli assessori Silvio Bisotti (urbanistica), Giorgio Cisini (lavori pubblici e ambiente), Giorgia Buscarini (dallo scorso luglio detiene le deleghe al commercio e ai servizi al cittadino al posto di Katia Tarasconi) e il comandante della polizia municipale di Piacenza Stefano Poma. «E’ la prima volta che un comandante partecipa a un ritiro di giunta – rimarca Dosi -, questo perché vogliamo parlare del tema sicurezza e trovare risposte in modo trasversale coinvolgendo tutti sulla questione. Bisogna pensare a una sicurezza “integrata” che prenda in considerazione temi sociali, urbanistici e commerciali. Vorremmo che questa tema diventasse sempre più centrale nel programma dei prossimi dodici mesi». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento