Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

«Giusto coprire l’ex biglietteria, ma si risolva la questione piazza una volta per tutte»

Colla (Pc Oltre) condivide la scelta di coprire il rudere dell’ex biglietteria in piazza Cittadella. Cugini (Pd): «Da tempo l’Amministrazione mette la polvere sotto al tappeto». Venne coperta anche alle celebrazioni del 2 Giugno

Per preparare al meglio la prestigiosa serata del 9 settembre a palazzo Farnese, dove era prevista la presenza del generale Francesco Paolo Figliuolo, che ha ricevuto un importante riconoscimento dalla nostra città, l’ex biglietteria Seta di piazza Cittadella è stata “coperta” alla vista. Il camuffamento mimetico dell’immobile – dismesso da tempo e diventato un rudere – si affaccia proprio sull'ingresso di palazzo Farnese. La facciata è stata ricoperta con una rete mimetica e apposto un vessillo dell'Esercito italiano. La cosa non è passata inosservata e i piacentini, sul posto e sui social, hanno espresso la loro in merito. In realtà in un'altra occasione l'ex biglietteria era stata nascosta: durante le celebrazioni del 2 Giugno. 

C’è anche chi, come Roberto Colla, consigliere comunale di “Piacenza Oltre”, apprezza la decisione di coprire tutto. «Condivido la scelta, grazie al grande e sempre importante aiuto dei militari (grazie) di nascondere l'ex biglietteria in previsione dell'arrivo del generale Figliuolo, ma vogliamo affrontare, una volte per tutte, la questione di piazza Cittadella? Una delle pratiche che l'amministrazione ha ereditato e che, come tante altre, è stata parzialmente affrontata. Noi del centrosinistra anche per aver lasciato pratiche importanti aperte, a mio avviso, 4 anni or sono uscimmo sconfitti dalle urne) ...

Ancora più duro il capogruppo del Partito Democratico in Consiglio comunale, Stefano Cugini. «La polvere sotto il tappeto (e il cemento sopra il verde, così, per dire…), il sindaco Barbieri e i suoi scudieri, la stanno mettendo da tempo, aiutati dai milioni di euro che piovono a Piacenza come mai in passato, permettendo a campioni di immobilismo di presentarsi come dinamiche api operaie. Perché stupirsi – prosegue Cugini - dunque, del toupet messo alla biglietteria per farla sembrare meno schifosa? Almeno adesso nessuno potrà più dire che non hanno mosso un dito per Piazza Cittadella. Il fiero assessore Tassi, la farà anche stavolta la foto con il prima e il dopo – si riferisce ai comunicati stampa dedicati ai lavori pubblici del Comune - come è sua abitudine propinare a ogni marciapiede bitumato?».

Anche i Giovani Democratici di Piacenza esternano il proprio disappunto.  «Si cerca di "nascondere" il degrado. Ma per i piacentini che lo vivono quotidianamente ormai da troppi anni, cos'è stato fatto per riqualificare l'ex autostazione, ormai un rudere, dinnanzi a uno dei simboli della nostra città? Il telo mimetico non risolve il problema».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Giusto coprire l’ex biglietteria, ma si risolva la questione piazza una volta per tutte»

IlPiacenza è in caricamento