Gli obiettivi della giunta: tassa di soggiorno e mercato a Borgotrebbia

Secondo e ultimo giorno di ritiro a Groppallo di Farini per il sindaco Dosi e gli assessori. Sul tavolo la viabilità, i mercati cittadini e il contrasto all'evasione

Giorgio Cisini e Paolo Dosi

Il Comune di Piacenza ci riprova. La tassa di soggiorno – la leva fiscale per chi dorme nelle strutture ricettive cittadine - dovrebbe  essere realtà dal 1 gennaio 2017, dopo che il tentativo dello scorso anno era naufragato per volere della Legge di Stabilità. «La rimettiamo – spiega il sindaco Paolo Dosi, di rientro dal secondo e ultimo giorno di ritiro della giunta a Groppallo di Farini -. Ridiscuteremo ancora con le categorie interessate ma l’intenzione è quella di applicarla». La due giorni di programmazione dell’Amministrazione – a spese degli assessori presso l’albergo dei Fratelli Salini - è servita per fare il punto della situazione e rilanciare alcune proposte per la città. La giornata del 6 settembre ha visto l'Amministrazione ridiscutere dell'intenzione della tassa ad hoc, già proposta dodici mesi fa: allora si calcolò che fosse in grado di portare nelle casse cittadine 200mila euro all'anno. 

Novità per quanto riguarda il commercio. A Borgotrebbia arriverà, ad esempio, il mercato. «Ci confronteremo con gli abitanti – prosegue il primo cittadino – per capire quale sarebbe il giorno migliore della settimana. Parleremo con loro anche dei banchi, ascolteremo le richieste che hanno da farci e poi indiremo il bando». Ma i banchi sono un tema – a carico dell’assessore al commercio Giorgia Buscarini - che riguarda tutta la città. Il mercato bisettimanale cittadino deve essere rimodulato secondo la direttiva Bolkenstein. «Impone dal luglio 2017 una perimetrazione più rigorosa delle aree, ci saranno dei vincoli più stringenti». Il sindaco si dice soddisfatto dell’impegno mosso da questo assessorato. «Gli eventi a favore dei commercianti sono passati dai 50 del 2015 ai 59 già programmati per quest’anno, e potrebbero aumentare». Maggiori difficoltà sul fronte dei servizi al cittadino, anch’essa delega di Buscarini. «C’è carenza di personale, dopo aver aggiornato i nostri servizi siamo costretti a trovare una soluzione per supplire alle mancanze di organico».

L’assessore ai lavori pubblici Giorgio Cisini sarà alle prese con diversi “tagli del nastro”: a breve verranno inaugurati i parcheggi di via Einaudi, l’intero asse di viale Dante ormai completato, le rotonde di San Lazzaro e via Nasolini e i dossi e dissuasori di via don Minzoni. «Abbiamo dati molto positivi sulla sicurezza viabilistica: in tre anni sono calati del 27% gli incidenti in città, del 37% il numero di feriti e del 27% il numero di decessi. Gli elementi viabilistici che abbiamo inserito nel corso di questi anni hanno contribuito a migliorare la sicurezza». Cisini avrà anche un un alto impegno: il rinnovo delle convenzioni per la gestione dello stadio Garilli e del PalaBanca. Mentre a Palazzo Farnese una mostra illustrerà l’utilizzo futuro della Chiesa del Carmine, che sarà oggetto di discussioni pubbliche e confronti tra Amministrazione e cittadinanza. Ritiro di giunta 2016 a Groppallo - IlPiacenza

Dosi sottolinea anche l’impegno dell’assessore Giulia Piroli sul fronte della parità di genere a 360°. «Oltre a questo ci impegneremo a recuperare l’alto tasso di evasione di rette e mense scolastiche: informatizzando i pagamenti faremo più ordine, rendendo più semplice la gestione del problema dei pagamenti». Contrasto all'evasione che riguarderà anche Tari e Tasi: si procederà ad una vasta azione di recupero che coinvolgerà 4mila utenze.

Termina così la due giorni di ritiro. Sindaco e giunta sono già rientrati in città per riprendere l’ordinaria amministrazione dell’ente. «Con poche risorse – il sindaco commenta la due giorni di ritiro - siamo comunque riusciti a cavalcare progetti di sviluppo e investimenti per Piacenza. Faccio perciò il mio elogio alla Giunta e all’Amministrazione intera, alle prese con i tempi dilatati della pubblica amministrazione. Questo è l’ultimo ritiro di giunta del mandato – Dosi non ha ancora annunciato se si ricandiderà per il bis nel 2017, nda – e constato che questa giunta ha operato nel momento più difficile, dal dopoguerra a oggi non ci sono precedenti. I progetti che abbiamo presentato mi portano a dare una lettura positiva di quanto è stato fatto. Speriamo ora di arrivare ad alcuni risultati visibili, da lasciare in eredità alla prossima Amministrazione comunale». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento