rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica

«Grave che a margine delle proteste si sia ribadita la necessità di chiudere i Pronto Soccorso di Fiorenzuola e Castello»

L’intervento di Rifondazione Comunista-Sinistra Europea federazione di Piacenza: «I fondi del Recovery fund destinati alla sanità siano utilizzati prima di tutto per rafforzare quella territoriale»

«I fondi del Recovery fund destinati alla sanità siano utilizzati prima di tutto per rafforzare quella territoriale». A chiederlo in una nota stampa la Segreteria della Federazione Prc di Piacenza.

«È grave che a margine delle proteste nazionali degli operatori sanitari delle strutture di Pronto Soccorso, a Piacenza si sia ribadita la necessità di chiudere il Pronto Soccorso di Fiorenzuola e Castelsangiovanni. In questo modo - precisa la nota - i cittadini di due distretti, in gran parte periferici e in ambito montano, verranno privati del presidio di primo intervento con un ulteriore incremento della riduzione dell'offerta sanitaria. E tutto non a causa della pandemia che, come un crash test, ha purtroppo messo allo scoperto il fallimento delle politiche sanitarie, nazionali e regionali, volte da anni a impoverire il Sistema Sanitario Nazionale a solo favore della medicina privata».

«Noi chiediamo che i fondi straordinari che il recovery fund ha destinato alla sanità siano utilizzati prima di tutto a rafforzare la Sanità territoriale mantenendo in essere quello che si è finora fortunosamente salvato dalla politica dei tagli e ampliando la medicina di prossimità; il rischio - conclude la nota -  è quello di vedere anche questa occasione sprecata in fantasmagorici progetti edilizi o di assistere alla ulteriore frammentazione dell'esistente in nome di ipotetici futuri raggruppamenti territoriali di professionalità sanitarie, destinati poi a rimanere sulla carta».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Grave che a margine delle proteste si sia ribadita la necessità di chiudere i Pronto Soccorso di Fiorenzuola e Castello»

IlPiacenza è in caricamento