menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gropparello, Fi: «Il sindaco Ghittoni faccia un’ordinanza»

«Abbiamo ricevuto la segnalazione da parte di cittadini di Gropparello – interviene anche il commissario provinciale di Forza Italia, Gabriele Girometta - per la situazione di insostenibile degrado e tensione sociale che si registra oramai da molto tempo nel centro del Paese a causa di un gruppo di residenti di etnia straniera che occupano una palazzina composta da più appartamenti a loro affittati. Da tempo vengono segnalati episodi di urla, risse, frequentazione di persone che fanno pensare anche a episodi di spaccio di sostanze stupefacenti e prostituzione all’interno e nei pressi della palazzina stessa. I cittadini di Gropparello non si sentono sicuri e hanno giustamente raccolto delle firme segnalando questa insopportabile situazione sia al Comune che alle Forze dell’Ordine e Prefettura. Detto questo chiediamo che il Sindaco intervenga in prima persona quale massima autorità sanitaria e di pubblica sicurezza per tutelare i cittadini di Gropparello. Inutile fare del populismo generalizzato: questa è una situazione molto specifica e circoscritta e come tale deve essere trattata».

«Il Sindaco – prosegue Girometta - ha il potere di fare una ordinanza ad hoc per contrastare questi fenomeni, ponendo restrizioni specifiche a contrasto di questi episodi di inciviltà che minano il diritto a tutti i residenti di avere una pacifica convivenza. Una volta emesse le ordinanze sarà anche più agevole il controllo da parte delle forze dell’ordine. Il controllo deve essere esteso anche all’interno della palazzina per verificare la regolarità dell’occupazione degli alloggi per numero di persone con verifica anche della regolarità dei titoli di soggiorno di queste persone. Una presenza costante dei controlli serve anche a scongiurare eventuali fenomeni di spaccio di stupefacenti e prostituzione. Chiediamo quindi che il Sindaco eserciti in pieno i suoi poteri, per la tutela di tutti gli abitanti e per scongiurare anche una pericolosa escalation della tensione sociale in Paese coinvolgendo in prima persona sia il Prefetto che i rappresentanti delle forze dell’ordine. Non si può più aspettare oltre: ci auguriamo che i tempi d’intervento siano immediati».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento