I 5 Stelle cercano candidati a Piacenza: «Per combattere il sistema»

I grillini invitano a mandare i curricula per le Comunali del 2017. «I requisiti sono quelli richiesti dal Movimento a chi voglia candidarsi: fedina penale pulita, nessuna appartenenza o incarico per altri partiti, residenza a Piacenza»

Quagliaroli e Gabbiani

Si avvicina l’appuntamento elettorale della primavera 2017: il capoluogo Piacenza andrà al voto per rinnovare l'Amministrazione e il consiglio comunale. Il Movimento 5 Stelle si prepara alle Comunali partendo dalla composizione delle lista che sfiderà le coalizioni di centrosinistra e centrodestra. «In vista delle prossime elezioni amministrative – scrivono in una nota i consiglieri comunali attuali Mirta Quagliaroli, Andrea Gabbiani e Barbara Tarquini - a Piacenza il M5S apre la formazione della lista a tutti i cittadini, uomini e donne di buona volontà, che con coraggio, buoni propositi, tante idee e iniziative desiderano cambiare la nostra città e sono disposti in prima persona ad interpretare il cambiamento che vogliamo realizzare. Invitiamo tutti a mandare un Curriculum Vitae completo di presentazione all’indirizzo e-mail info@piacenza5stelle.it. I requisiti sono quelli richiesti dal Movimento a chi voglia candidarsi: fedina penale pulita, nessuna appartenenza o incarico per altri partiti, residenza a Piacenza. Il termine ultimo per l’invio delle candidature in vista della formazione della lista che si presenterà alle prossime elezioni è fissato al 14 settembre. Nei giorni seguenti a tale data i candidati si presenteranno ai cittadini in assemblea pubblica per l’approvazione e la composizione della lista. I recenti successi del Movimento ci fanno sperare che il cambiamento sia davvero possibile, anche a Piacenza. Il numero dei cittadini che confidano in questo cambiamento è in continuo aumento, tuttavia come abbiamo più volte sottolineato la resistenza del sistema c'è ed è forte, in alcune realtà più che in altre. A Piacenza il sistema è una intricata ragnatele di interessi reciproci che legano poteri e categorie di cittadini, di gruppi, di centri di interessi. In questi anni abbiamo imparato a conoscere, denunciare e combattere il sistema, ma è ancora molto forte, autoreferenziale, ha appoggi significativi. Insieme, in tanti, possiamo essere quel cambiamento che vogliamo vedere e fare in modo che l'interesse di tutti interpreti e diventi interesse di ognuno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Cade dalle scale di casa e batte la testa, è grave

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

Torna su
IlPiacenza è in caricamento