I 5 Stelle di Piacenza: «Iniziata una lotta senza precedenti contro la povertà»

Il Movimento 5 Stelle piacentino commenta la manovra finanziaria: «E’ stata varata una manovra che non è solo “coraggiosa”, ma che per il suo contenuto, a buon diritto può definirsi una “manovra del popolo”»

Luigi Di Maio nella primavera del 2017 a Piacenza

Il Movimento 5 Stelle piacentino esulta per la presentazione della manovra finanziaria da parte del Governo giallo-verde del premier Francesco Conte. «È un giorno storico – commenta l’ufficio stampa 4vallia5stelle - Sarà contento Gianroberto Casaleggio che ha lottato come un leone fino all’ultimo per il reddito di cittadinanza. Finalmente un governo inizia una lotta senza precedenti contro la povertà. E’ stata varata una manovra che non è solo “coraggiosa”, ma che per il suo contenuto, a buon diritto può definirsi una “manovra del popolo”, poiché, per la prima volta un governo italiano ha posto gli interessi dei cittadini al primo posto rispettando il suo programma elettorale (confluito poi nel contratto di governo) varando misure quali il reddito e la pensione di cittadinanza destinate a togliere dalla povertà oltre sei milioni di persone, ma anche a rilanciare i consumi, e quindi la nostra economia. 1,5 miliardi destinati a risarcire i cittadini “derubati” dalle banche (bad bank venete e toscane) sono un chiaro segnale di svolta, ma soprattutto un segnale dato a coloro che ci hanno governato precedentemente e all’Europa, che continuavano a dire che non si poteva fare, che si doveva salvaguardare la stabilità dei conti, che il rischio dell’innalzamento dello spread ci costringeva a non fare nulla di tutto questo.

Gli stessi personaggi che in venti minuti hanno trovato 20 miliardi per salvare le banche degli amici, senza preoccuparsi (allora) dello spread, ma soltanto degli interessi dei soliti grandi gruppi. Il 4 marzo c’è stata una prima vittoria del Movimento, ma questo è soltanto l’inizio, poiché la vera vittoria per il cambiamento la dovremo ottenere la prossima primavera, quando dovremo mandare in Europa una folta schiera di Portavoce per completare il processo iniziato in Italia anche nel resto d’Europa, affinché da Europa della finanza diventi veramente l’Europa dei cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento