«I Centri vaccinali valutino ogni posizione e nessuno venga escluso»

Presentazione dei documenti alle scuole entro il 10 marzo. Il deputato piacentino della Lega, Murelli: «Chiedo alla Regione di valutare i singoli casi e se le Asl abbiano spedito le certificazioni ai genitori»

Elena Murelli

«Chiedo alla Regione Emilia Romagna, come avviene in Lombardia, che i centri vaccinali valutino le singole posizioni e accertino se dietro a una mancata vaccinazione ci sia la volontà di non vaccinare i bimbi, un errore, una dimenticanza o disinformazione. All’Ufficio scolastico regionale, invece, chiedo che lunedì nessun bambino venga escluso da nidi o materne».

La richiesta è del deputato piacentino della Lega, Elena Murelli, la quale ha ricevuto numerose richieste da mamme di bimbi dei nidi o di scuole materne. Entro il 20 marzo, afferma la Circolare ministeriale (congiunta dei ministeri di Istruzione e Salute) le scuole invieranno ai sistemi sanitari regionali gli elenchi di coloro che non hanno presentato la documentazione richiesta. L’obbligo di presentazione dei documenti alle scuole scade il 10 marzo e, «complice il caos che ha accompagnato le vaccinazioni, risulta che alcuni genitori non abbiano ricevuto dalla Asl la documentazione da consegnare: o la certificazione della prenotazione, oppure quella dell’avvenuto vaccino». La data del 10 marzo riguarda solo chi, a settembre, aveva autocertificato di essere in regola, impegnandosi a portare i certificati appunto entro il 10 marzo.

Murelli continua: «Sono favorevole ai vaccini, ma dico no agli obblighi. Serve un consenso capillare, consapevole e informato. Leggo sul sito della Regione che “nei casi in cui lo stato vaccinale del bambino non sia completo in relazione a quanto previsto per l’età, la stessa Azienda Usl ha provveduto a inviare entro il 10 settembre una lettera di convocazione alla famiglia con la data dell’appuntamento”. Questa convocazione l’hanno ricevuta tutti?». Infine, il deputato del Carroccio chiede «di verificare che tutte le procedure per lo scambio dei dati tra Asl e scuole, come ha stabilito il Garante per le privacy, il 22 febbraio 2018 con una circolare, siano operative».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento