I cittadini si mobilitano per impedire l’edificazione dell’area delle terme di Bobbio

Parte da Bobbio una raccolta firme indirizzata al Comune. Costituito un comitato a tutela dell’area

Parte, da sabato 11 novembre a Bobbio, una nuova iniziativa per il futuro delle terme di Bobbio. Dopo un percorso di settimane arrivato venerdì scorso alla convocazione di una partecipata assemblea a Bobbio, si è infine costituito il “Comitato terme di Bobbio" anche con la partecipazione di alcune associazioni già impegnate sui temi della salvaguardia della Valtrebbia. L’obiettivo del comitato è quello di impedire che, con il fallimento della società "Terme Village" e con la messa all'asta del terreno su cui dovevano essere realizzate strutture a sostegno del rilancio delle Terme di Bobbio (terreno ora occupato da strutture non compiute e fatiscenti), il progetto Terme di Bobbio finisca definitivamente regalando terreno edificabile (espressamente reso tale solo in ragione del rilancio delle terme) a progetti di edificazione assolutamente incoerenti col paesaggio e con gli obiettivi di rilancio economico della zona. «Per questo il Comitato Terme di Bobbio – spiegano i proponenti - promuove una petizione popolare per chiedere al Comune di assumere un atteggiamento di controllo (scarso in questi anni) e di indirizzo, attraverso la difesa dei vincoli già emessi ed indicati nel PRG a sostegno del progetto Terme e l'impegno, nel caso il progetto terme dovesse risultare non più praticabile a riportare l'area alla sua destinazione d'uso originale (cioè a verde)». Sabato 11 novembre, in piazza San Francesco a Bobbio, dalle ore 9, il comitato inizierà la sua iniziativa di raccolta firme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento