I Liberali: «No all’aumento dell’Irpef, sarebbe una manovra di sinistra»

I consiglieri comunali Gianpaolo Ultori e Antonio Levoni mettono in guardia l’Amministrazione dopo il dibattito il Consiglio comunale: «Contrari all’aumento»

I Liberali Piacentini con il sindaco Barbieri (foto di repertorio)

I consiglieri comunali del gruppo dei “Liberali Piacentini” Gianpaolo Ultori e Antonio Levoni, si dichiarano «fermamente contrari ad ogni prospettazione di aumento dell’Irperf». Escono allo scoperto dopo il dibattito in Consiglio comunale sulla variazione di bilancio, in cui si è affrontato il tema delle risorse economiche future dell’ente. Mentre Fratelli d’Italia ha suggerito di vendere delle quote di Iren – proposta accolta dall’assessore al bilancio Paolo Passoni -, Massimo Trespidi (Liberi) ha chiesto le intenzioni future per il 2019 del bilancio comunale, in ragione di un possibile aumento dell’addizionale Irpef. I Liberali mettono però in guardia la Giunta. «Sarebbe un continuare – spiegano Ultori e Levoni - come in sede nazionale, sulla strada della sinistra nel momento in cui l’Italia ha invece bisogno esattamente del contrario. Oltretutto, non ha senso alcuno prospettare un aumento delle imposte al di fuori della manovra di bilancio (che non si può, all’evidenza, porre allo studio prima della legge statale di bilancio) e, oltretutto, quando, nel contempo, si propone la vendita delle quote Iren».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al fisco 5mila euro e lavoratori in nero ma in casa un tesoro da mezzo milione: ristoratori indagati

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento