menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I Liberali non mollano: «Il tracollo dei voti alle Regionali è colpa della Giunta Barbieri»

Prosegue il “botta e risposta” tra il centrodestra e l’associazione dei Liberali Piacentini sull’analisi del voto cittadino per le Regionali

«È difficile discutere con chi non si rassegna ai numeri e cambia di continuo confronti. Convinta (forse) una squadra, che si era per prima spinta a tirare somme (sbagliate), ecco che ne compare un’altra, sempre tetragona a fare il bene del centrodestra e credendo di illudere in questo modo e convincere gli elettori». L’Associazione dei Liberali risponde così ai capigruppo del centrodestra in Consiglio comunale. La diatriba va avanti da qualche giorno. Da un lato i Liberali che rimarcano come sia più corto il distacco tra centrodestra e centrosinistra alle Regionali in città, rispetto alla provincia (e la colpa sarebbe della Giunta Barbieri). Dall’altra il centrodestra che sottolinea come siano aumentati rispetto al passato i voti per la coalizione.

«L’associazione dei Liberali – prosegue - ha fatto un confronto nell’ambito di uno stesso territorio omogeneo (la nostra provincia) e nell’ambito dello stesso turno elettorale (quindi, senza sfruttare positività di carattere generale) ed ora un’inedita squadra di consiglieri comunali confronta i dati addirittura con altre elezioni, alle quali il centrodestra era andato in modo assai diverso, e cioè meno favorevole. Facile aumentare i voti rispetto ad allora… ma a che pro se non per confondere acque ed idee?». «L’Associazione insiste quindi più che mai (rafforzata nei propri convincimenti, dimostrati per tabulas, e – indirettamente – anche dalle armi spuntate di chi pretende di contraddirli) nell’evidenziare che, nell’ambito del divario città capoluogo/centri della provincia registrato in tutta la regione, la città di Piacenza ha subìto un tracollo nel divario dei voti cittadini assolutamente impensabile ed evidentemente dovuto a fattori locali».

«Quali, non si può dimostrare coi numeri, ma si può facilmente intuire in una città nella quale governa una Giunta (formalmente) di centrodestra. Questo, a chiusura di una polemica che è stata montata da esponenti – per quanto si sa – dei gruppi e/o partiti di “centrodestra”, che neanche si accorgono dei danni che, in essa insistendo, continuano a maggiorare a carico della Giunta comunale di Piacenza. Anche la loro tabella aggrava infatti la constatazione, quest’anno e rispetto alle altre province, che il divario è aumentato, e assolutamente in controtendenza. Né serve a riflettere proficuamente, rispondere Roma per Toma (cioè, il tipo di confronto), anziché modestamente ritirarsi a riflettere».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento