rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Politica

«I militari del Genio Pontieri impiegati nelle strade», ok dal Consiglio

Il Comune di Piacenza chiederà al Ministero della Difesa di poter impiegare i militari per il territorio. A favore della proposta di Fratelli d’Italia tutto il centrodestra, Pd, Liberi e Movimento 5 Stelle (contro Piacenza in Comune)

Ok dal Consiglio comunale (nella seduta del 22 gennaio) di Piacenza alla proposta di impegnare i militari del Genio Pontieri per pattugliare le strade del capoluogo Piacenza. A favore della risoluzione di Fratelli d’Italia si è espresso tutto il centrodestra, Pd, Liberi e Movimento 5 Stelle (contro Piacenza in Comune, non ha partecipato Piacenza Più). L’Esercito italiano porta avanti dal 2008 l’operazione “Strade sicure” sul territorio nazionale. Attualmente sono impegnati sette mila militari in 48 località italiane con oltre 1100 mezzi. Dal 2008 in virtù di questa operazione, a fronte di quasi tre milioni di controlli, sono state arrestate oltre 15mila persone per 2,2 tonnellate di sostanze stupefacenti intercettate. «Dati concreti – commenta Fratelli d’Italia - che dimostrano l’effetto di deterrenza che i militari esercitano sul territorio», quando sono stati chiamati ad operare. L’operazione coinvolse Piacenza solo in due occasioni, nel passato: ai tempi della seconda Giunta Reggi nel 2009 e nel 2010. Poi mai più: nel 2016 Fratelli d’Italia riportò in auge la proposta e il sindaco Paolo Dosi provò a farsi sentire con il prefetto per ottenere i militari, non ottenendo un riscontro positivo. Da Tommaso Foti e Giancarlo Migli (Fratelli d’Italia) è partita nuovamente la richiesta: il Comune di Piacenza si impegnerà, presso il Ministero della Difesa, così per ottenere l’ok per l’impiego dei militari del II Reggimento Genio Pontieri di Piacenza in pattuglie miste.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«I militari del Genio Pontieri impiegati nelle strade», ok dal Consiglio

IlPiacenza è in caricamento