menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carlo Juri Tosca

Carlo Juri Tosca

«I pronto soccorso di Castello e Fiorenzuola vanno riaperti subito»

L’intervento di Carlo Juri Tosca, consigliere di maggioranza del Comune di Castelsangiovanni

«Siamo già alla prima settimana di luglio e il silenzio assordante da parte dell’Azienda Ausl di Piacenza continua senza sosta: i Pronto Soccorso delle due cittadine più popolose della provincia, Fiorenzuola e Castel San Giovanni, rimangono ancora chiusi e la data imprecisata tanto promessa entro la quale dovevano riaprire si sta trasformando in una certezza: 31 agosto. Preambolo più che necessario, poiché iniziano a manifestarsi i primi disagi anche nel Pronto Soccorso del capoluogo piacentino, dove gli accompagnatori o i familiari dei malati sono costretti ad aspettare fuori a causa di questa emergenza sanitaria (Covid-19). Il numero di persone aumenta di giorno in giorno così come aumenta anche la temperatura visto e considerato che siamo in piena estate. Soluzione? Per accogliere i congiunti, ovviamente preoccupati ed angosciati per la situazione dei parenti o amici bisognosi di cure, l’Azienda ha pensato bene di allestire (udite! udite!) due tende, una gialla ed una bianca con quattro sedie ovviamente sotto il sole cocente. Le persone dovevano, per non trasformarsi a loro volta in potenziali pazienti colpiti da insolazione, spostarsi lungo un muretto per proteggersi dal sole con un’aiuola deposito ora di sporcizia e mozziconi di sigarette mentre all’ingresso dell’ospedale giace un’enorme struttura ormai abbandonata della Protezione Civile. Alla luce dei dati, che ogni giorno arrivano puntuali e confortanti su contagi e numero di decessi nella Provincia di Piacenza, alla luce dei disagi che subiscono quotidianamente i Castellani e gli abitanti della vallata, la domanda sorge spontanea: ma volete riaprire questi benedetti, termine più che appropriato, Pronto Soccorso nelle due cittadine piacentine? Vogliamo organizzare meglio ed in modo più dignitoso anche l’accoglienza dei parenti delle persone bisognose di cure? Piacenza si trova ancora in Italia o forse sì è spostata, a nostra insaputa, in uno dei Paesi del terzo mondo? Toc, toc…caro ingegner Baldino. Se leggerà questo intervento, batta un colpo».

Carlo Juri Tosca

Consigliere di maggioranza del Comune di Castel San Giovanni

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento