rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Politica

Ikea, Rifondazione: «Operai picchiati dalle forze dell'ordine»

Sulla lunga vicenda Ikea, intervengono i due esponenti piacentini di Rifondazione Comunista, David Santi e Roberto Montanari. «Ieri mattina - dicono - mentre chiedevano di poter riprendere il lavoro e in modo assolutamente pacifico opponevano resistenza passiva sedendosi a terra al passaggio dei pullman di crumiri, numerosi operai delle cooperative che lavorano per IKEA sono stati picchiati dalle forze dell'ordine. "Un normale intervento per garantire il passaggio dei bus in sicurezza" è stato definito dalla Questura; ebbene quel “normale intervento” ha mandato all'ospedale un facchino che ora si ritrova  in gravi condizioni. Chi lotta per il diritto al lavoro e i diritti nel lavoro, chi protesta perché non riesce a mantenere la propria famiglia con 450/500 euro al mese, chi rivendica l'applicazione concreta dei principi Costituzionali che definiscono la nostra come una Repubblica fondata sul lavoro ed un lavoro dignitoso, viene gratificato prima da un'indegna campagna denigratoria e poi gli spacca la testa. Rifondazione Comunista nel ribadire la solidarietà alla sacrosanta lotta dei facchini IKEA, chiede che si individuino senza reticenze i responsabili del grave atto che getta discredito sull'operato delle forze dell'ordine, che si garantisca una gestione delle operazioni di ordine pubblico attuata con professionalità e nel pieno rispetto delle norme democratiche ed infine che si assicuri quella terzietà che non pare essere stata attuata in questo caso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ikea, Rifondazione: «Operai picchiati dalle forze dell'ordine»

IlPiacenza è in caricamento