Il Carroccio piacentino: «Ottimisti per Asia Bibi»

L’intervento dell’assessore alla Famiglia Massimo Polledri, il capogruppo Lega Stefano Cavalli ed i consiglieri comunali Lorella Cappucciati, Marco Montanari, Nelio Pavesi e Carlo Segalini

L’assessore alla Famiglia Massimo Polledri, il capogruppo Lega Stefano Cavalli ed i consiglieri comunali Lorella Cappucciati, Marco Montanari, Nelio Pavesi e Carlo Segalini intervengono sul caso di Asia Bibi. «Doveva essere l’ultimo giorno di agonia – spiegano in una nota gli esponenti piacentini del Carroccio - sono invece ancora ore di attesa: la Corte Suprema di Islamabad ha rinviato, infatti, la sentenza della condanna a morte di Asia Bibi dopo aver ascoltato l'appello della difesa contro l'esecuzione. La data per il verdetto non è stata ancora decisa ma dobbiamo rimanere ottimisti per chi è perseguitata da una legge che colpisce la libertà di religione, la madre di tutte le libertà: bisogna cercare di fermare ogni tipo di discriminazione religiosa e tutelare tutti i cristiani che vivono nei paesi musulmani. Condividiamo, in questo senso, anche la battaglia di Paul Bhatti, fratello del ministro cattolico Shabaz Bhatti, ucciso in un attentato terroristico il 2 marzo del 2011. Non possiamo lasciar dominare gli estremisti e non possiamo lasciar maltrattare le minoranze. Asia Bibi, madre di cinque figli, vive da più di 3300 giorni in detenzione, costretta a cucinarsi da sola il cibo per timore che qualcuno cerchi di avvelenarla e le viene concessa un’ora d’aria tre volte al mese. Quello di discutere, quanto prima, la cittadinanza onoraria ad Asia Bibi nel comune di Piacenza deve essere vista come un’opportunità per tutti noi, nel rispetto di chi ha veramente sofferto in tutti questi anni e sta pagando la sua fede con la vita».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento