rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Politica

Il Comune pronto a costituirsi parte civile nel processo per gli scontri

Il vicesindaco Elena Baio conferma la volontà di costituirsi parte civile per il danno d’immagine che la città di Piacenza ha subito a causa degli scontri di sabato 10 febbraio

La conferma arriva dal vicesindaco Elena Baio a margine del Consiglio comunale del 16 febbraio. Al processo che accerterà le responsabilità degli organizzatori e dei partecipanti alla manifestazione di sabato 10 febbraio, il Comune di Piacenza si costituirà parte civile. L’evento, organizzato dal collettivo ControTendenza, è sfociato in uno scontro con un gruppo di carabinieri del battaglione “Bologna”. Cinque sono i feriti tra le forze dell’ordine, più un fotografo. Le immagini di quanto avvenuto sabato scorso hanno fatto il giro d’Italia. Non proprio un bel modo per far notizia, riflette la maggioranza a Palazzo Mercanti. Gli scontri hanno leso l’immagine della città. La Giunta ritiene perciò che siano stati arrecati danni all’immagine di Piacenza: da qui la decisione, quando sarà il momento opportuno, di costituirsi parte civile al processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune pronto a costituirsi parte civile nel processo per gli scontri

IlPiacenza è in caricamento