rotate-mobile
Politica

Il cordoglio del consiglio comunale: «Vaciago sarebbe stato rieletto sindaco»

Il consiglio comunale del 24 marzo ha ricordato il primo sindaco eletto direttamente dai piacentini, scomparso nella notte

La scomparsa dell’ex sindaco Giacomo Vaciago, primo cittadino dal 1994 al 1998, ha avuto vasto cordoglio dal consiglio comunale di Piacenza. Il primo sindaco eletto direttamente dai piacentini è stato ricordato del presidente del consiglio comunale Christian Fiazza: l’eco della morte dell’economista ha avuto eco nazionale ed è finito su tutti i giornali online. Al termine del ricordo di Fiazza, in aula si è tenuto un minuto di silenzio. 

«Sono stato suo estimatore – ha detto Tommaso Foti (Fratelli d’Italia) - come economista e avversario come politico. È stato un innovatore., La sua giunta nacque con una intuizione, un laboratorio politico che allargò l'area del Pds. Fu una vittoria controcorrente perché il centrodestra in quel '94 andò a governare il Paese. Sarebbe stato rieletto se si fosse ricandidato, e con un risultato più ampio rispetto a quello risicato del 1994». Ma Vaciago non si presentò, preferendo altri incarichi nazionali, e il centrosinistra perse contro l'avvocato Gianguido Guidotti.

Giovanni Botti (Pdl) ha ricordato l’esperienza di Vaciago come professore alla Cattolica. «Ho avuto la fortuna di svolgere la mia tesi di laurea con il professore. Era amato dagli studenti, le sue lezioni erano uno spettacolo, si aveva voglia di partecipare. Discutere di economia e politica insieme era affascinante: anche se non la pensavamo sempre alla stessa maniera. Da lui ho capito che l'economia e la politica devono avere come centro la persona».

«Poco tempo fa – ha preso la parola Giovanni Castagnetti (Piacentini per Dosi) ho ricordato quell’esperienza che tirò fuori il meglio dai partiti e dal civismo di questa città. Si creò un movimento che diede una svolta, un modo diverso per fare politica. Ora dobbiamo rigenerare quella forza, per ricreare quel senso di comunità che nei fatti non sempre riusciamo ad esprimere. Questa è la sfida dei prossimi anni, che saranno tempi non facili: bisogna tenere insieme le persone dialogando».

Anche Maria Lucia Girometta (Forza Italia) ha ricordato Vaciago. «Gli ho chiesto consigli, mi è stato vicino.  Si è dimostrato molto umano in questo consiglio comunale. Era una persona conosciuta a livello nazionale e internazionale, ma comunque semplice». Infine, è intervenuto anche il capogruppo Pd Claudio Ferrari. «Ha colpito tutti questa scomparsa, ci siamo subito alzati in piedi tutti in quest’aula perché è stato un riferimento per molti». 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cordoglio del consiglio comunale: «Vaciago sarebbe stato rieletto sindaco»

IlPiacenza è in caricamento