«Il Movimento 5 Stelle è vivo ed entusiasta di partecipare alle Regionali»

Presentati sei candidati alle "Regionarie" sulla piattaforma Rousseau: Davoli, De’ Pantz, Aspetti, Boeri, Barile e Rai. Pugni: «Sul territorio non c’erano dubbi, si corre da soli». Rossini: «Né con il Pd, né con la Lega». Dagnino: «Tutte le anime del Movimento remano nella stessa direzione»

Da sinistra: Davoli, De' Pantz, Rai, Boeri, Barile e Aspetti

«Abbiamo voluto però dare merito a chi si è impegnato in questi anni. Quelle che presentiamo ai piacentini oggi sono persone “in carne e ossa”, non virtuali, che hanno dato una mano sul territorio a diffondere le battaglie e le idee del Movimento 5 Stelle in questi anni. Movimento che è vivo, contento ed entusiasta di partecipare alle prossime Elezioni Regionali del 26 gennaio». Sergio Dagnino, consigliere comunale cittadino dei pentastellati, ha presentato così i sei – per ora – candidati alle Regionarie del Movimento. Sulla piattaforma Rousseau, fra una settimana (ma la data ancora non si conosce) gli iscritti piacentini potranno infatti scegliere due uomini e due Massimiliano Davoli-2donne: i candidati del Movimento per Piacenza alle Regionali del 26 gennaio. Dopo aver discusso a livello nazionale sulla possibilità o meno di partecipare, la base ha scelto di esserci. Possono candidarsi alle Regionarie tutti gli attivisti del Movimento iscritti a Rousseau. Però, gli amministratori locali, hanno voluto presentare alla stampa sei persone che sono già uscite allo scoperto pubblicamente e che si sono date da fare come militanti.

MASSIMILIANO DAVOLI

Ha 51 anni, sposato con due figli, vive a Piacenza e si occupa da sempre di consulenze informatiche in una società. «Sono attivista dal 2010 – spiega lui stesso -, mi ritengo uno “dei vecchi”, ho vissuto fin dall’inizio l’attività dei Meet Up, gli albori del Movimento di Grillo. Oggi come allora il mio desiderio, qualora diventassi portavoce in Regione, è di tentare di portare un cambiamento nelle istituzioni. Ero candidato nel 2012 in città, ho sempre cercato di contribuire alla diffusione dei messaggi dei 5 Stelle e ritengo Rousseau uno strumento di partecipazione importante».

Elena de' Pantz-2

ELENA DE’ PANTZ

Ha 61 anni, vive a Pontenure, laureata in matematica, è informatica. «Ho deciso solo da pochi anni di impegnarmi in politica. Mi sono resa conto che non si poteva lasciare la situazione così. Nel Movimento ho trovato molte affinità e valori per me fondamentali. Penso che sia il caso di dare una svolta per permettere alle nuove generazioni di vivere meglio. Ho deciso di darmi una mossa, sono 30 anni che abito nel Piacentino con la mia famiglia e un ambito nel quale mi piacerebbe dare un contributo è quello della cultura».

GIUSEPPE RAI

Ha 56 anni, è di Gossolengo, è sposato e ha un figlio. «Sono nel Movimento dal 2013, prima non avevo mai fatto politica. La parola magica è stata quella di Giuseppe Rai-2Grillo: “onestà”. Sono stato molto attivo in questi ultimi anni, mi sono occupato delle liste e delle firme agli ultimi appuntamenti elettorali. Ho dato vita al gruppo “4 valli a 5 Stelle”, attivo sul territorio con molte iniziative. In Regione vorrei portare onestà e buon senso. Mi batterò per questo e per i temi ambientali, visto che in questa Regione si sta sviluppando troppo la logistica. Dobbiamo difendere con i denti la sanità perché stanno smantellando il settore pubblico».

MATTEO BOERI

Matteo Boeri-4Ha 46 anni ed è stato candidato sindaco del Movimento a Podenzano e ha ricoperto per 5 anni il mandato da consigliere comunale di minoranza. «Sono attivista dal 2012, pur stando all’opposizione siamo riusciti a portare avanti una serie di nostre battaglie a livello locale, come il contrasto all’azzardopatia, per avere più restrizioni sull’esercizio di queste slot machines. Salute e ambiente sono due temi importanti e legati tra loro a cui sono particolarmente attento».Rosalba Barile-2

ROSALBA BARILE

Ha 48 anni, è di San Giorgio ed è laureata in economia (sta prendendo anche una seconda laurea in giurisprudenza), ha lavorato come broker. «Lasciai il lavoro per dedicarmi alla famiglia, oggi sono tornata a lavorare come impiegata amministrativa in un istituto comprensivo della Valnure. Sono stata consigliera comunale d’opposizione per 5 anni a San Giorgio. Insieme al mio gruppo ho portato avanti battaglie nel campo dell’ambiente. Sono entrata nel Movimento 10 anni fa, con Davoli fui tra i primi ad Salvatore Aspetti-2aderire alla chiamata di Beppe Grillo. Ho tanto ancora da dare al Movimento, se sarò fortunata e riuscirò ad arrivare in Regione, come mamma single di due figli, vorrei occuparmi del sociale».

SALVATORE ASPETTI

Ha 55 anni, è sposato, con due figlie. Originario della provincia di Palermo, si è trasferito a Piacenza nel 2000, è medico di medicina generale in città, specializzato in urologia. «Sono uno degli ultimi arrivati nel Movimento. Ho fatto tutta la trafila: prima simpatizzante, attivista, poi rappresentante di seggio. Importante per me il tema della sanità – il diritto alla salute deve essere tutelato - oltre alla tutela dell’ambiente, con un’attenzione spiccata al tema dell’acqua. Mi riconosco nei temi e nei principi del Movimento».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'incubo è finito", Dino De Simone è stato ritrovato: sta bene

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

  • Travolto e ucciso in bici mentre tornava dal lavoro nei campi

  • «Sono fuggito dopo aver investito quell'uomo». Si costituisce il pirata di Vigolzone

  • Travolto da un'auto mentre va al lavoro, grave un uomo

  • Schianto fra tre auto, due donne ferite: una è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento