Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Il Pd chiede di fare presto: «Non si può più aspettare la quarta corsia tra Piacenza e Modena»

Manca ancora una progettazione definitiva della quarta corsia della A1. La Giunta regionale: «Ci sono altre opere prioritarie»

«Non si può più aspettare per la quarta corsia tra Piacenza e Modena». A ribadirlo, in un question time presentato in Assemblea regionale, è il Partito Democratico, anche alla luce del traffico che si crea in particolare tra Piacenza e Parma. «Gli incidenti capitano, per carità. Ma non è accettabile che si impieghi due ore per arrivare tra Piacenza e Parma, chiediamo quali siano le procedure da mettere in campo. Anche perché - insistono dal Pd - il problema si riversa anche sulla viabilità normale, perché il traffico si sposta sulla via Emilia».

Dalla Giunta, però, fanno sapere che «la progettazione definitiva della quarta corsia della A1 non è stata avviata dalla concessionaria autostrade per l'Italia, perché fin dal 2015 non è stata ritenuta prioritaria dal ministero delle Infrastrutture nell'ambito di una valutazione delle performance dei vari tratti autostradali. La Regione Emilia-Romagna, nell'ambito della predisposizione del Prit 2025 ha previsto quest'opera fra gli interventi di potenziamento della rete autostradale. Nel tratto in questione è emerso un grado di saturazione con punte anche superiori al 90%, con la quarta corsia questo indicatore sarebbe inferiore all'80%. Attualmente, pur ritenendo questo potenziamento necessario, risulta prioritario per la regione portare a compimento altre opere che sono già in corso di approvazione, come il Passante di Bologna, la quarta corsia della A14 tra Bologna e la diramazione per Ravenna e la terza corsia della A13 tra Bologna e Ferrara sud, il cui iter approvativo è stato fortemente rallentato dal crollo del ponte Morandi. Resta comunque prioritario per noi ribadire con il ministero l'importanza dell'ampliamento della quarta corsia tra Modena e Piacenza». E dal Pd ribadiscono che «la situazione è drammatica, dobbiamo trovare il modo di velocizzare la richiesta al ministero».

TAGLIAFERRI (FD’I): «LA GIUNTA REGIONALE BALBETTA E IGNORA I PROBLEMI VERI DEI PIACENTINI»

 «Ancora una volta la Giunta regionale balbetta e non sa cosa rispondere nel concreto ai bisogni dei cittadini di Piacenza e pensa di risolvere i problemi di Piacenza mettendo in competizione tra loro le opere necessarie a Piacenza e quelle di realizzare in altre province: lo vogliamo capire o no che l'autostrada nel tratto piacentino ha bisogno di interventi e di impegno per migliorare sicurezza e viabilità? Quanti incidenti, troppe volte mortali, devono ancora accadere? Oggi ho sentito l'assessore Corsini parlare di "modellini", di "ricerche", insomma siamo ancora nel mondo dei sogni, di soluzioni concrete nulla, anzi per la Regione ci sono altre opere più urgenti...». Giancarlo Tagliaferri, consigliere regionale di Fratelli d'Italia, commenta così quanto detto oggi dalla Giunta regionale in merito al futuro dell'autostrada nel tratta di Piacenza. «Sentiamo sempre belle parole, ma di fatti reali zero: capisco che la Regione, nonostante gli annuncia roboanti di Bonaccini, non sia in grado di realizzare nessuna delle nuove infrastrutture promesse, ma almeno si prenda a cuore la sicurezza dei tanti che ogni giorno si mettono in marcia sulle nostre strade».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd chiede di fare presto: «Non si può più aspettare la quarta corsia tra Piacenza e Modena»

IlPiacenza è in caricamento