menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Il Pd deve ritornare ad essere un partito di sinistra», se ne discute con Roberto Speranza

L'esponente della minoranza dem a Piacenza per parlare del futuro del Partito Democratico: "No al partito della Nazione"

"Le ultime vicende nazionali e internazionali - scrive un gruppo di tesserati del Partito Democratico - dai risultati delle elezioni amministrative all'esito del referendum britannico, sottolineano ancora una volta che è necessario ripensare in profondità l’attuale linea politica del Partito Democratico.                 

Si è infatti evidenziato come il disagio profondo e l’inquietudine, che investono larga parte della nostra società, non possono essere affrontate da un lato riproponendo le ricette neoliberiste, che sono in larga parte tra le cause delle difficoltà attuali, e dall'altro lato lasciandosi trasportare dalla corrente del populismo e della demagogia. La politica del Partito Democratico, in contrasto con la propria natura di partito della sinistra riformista europea, si è invece troppo spesso ambiguamente collocata all’interno di queste coordinate.

Occorre invece che il PD ritorni ad essere un partito di sinistra e riformista, mettendo al centro della propria elaborazione e della propria azione i temi dell’eguaglianza e della giustizia sociale, della funzione redistributiva ed equilibratrice dello stato, della natura universalistica delle politiche di welfare e dei diritti di cittadinanza e del lavoro. Il PD deve tornare ad essere una speranza alla quale guardano anche e soprattutto coloro che subiscono in misura maggiore i contraccolpi negativi della crisi economica e sociale.

Nello stesso tempo è necessario che venga abbandonata ogni suggestione di fare del PD un indistinto “Partito della nazione”. Non si tratta di abbandonare la vocazione maggioritaria del partito, ma di affermare con chiarezza qual è la “parte” dello schieramento politico e sociale nella quale ci si colloca, riscoprendo e recuperando quello “spirito dell’ulivo” che fa parte del nostro codice genetico e che è stato frettolosamente accantonato dalle scelte di questi ultimi anni.

Per discutere di tutto questo e per valutare quale contributo, da Piacenza e a Piacenza, si può dare per affermare queste idee nella politica del Partito a livello nazionale e a livello locale abbiamo pensato di organizzare un’iniziativa Sabato 17 Settembre a Piacenza presso la Coop Lupi alle ore 10.30 (vi alleghiamo l'invito).

Sarà con noi per partecipare a questa discussione Roberto Speranza. Alla fine della mattinata ci sarà la possibilità di pranzare insieme a Roberto Speranza. Se tu fossi interessato a trattenerti per il pranzo (costo € 25) sarebbe gradito se, per questioni organizzative, ce lo confermassi contattando:

Francesco Cacciatore cell: 335.8179032 mail:  francescocacciatore58@gmail.com

Gabriele Scagnelli cell: 334.9065850 mail: gabriele.scagnelli@hotmail.it
 

Ringraziandoti per l’attenzione e in attesa di incontrarti Sabato 17 ti inviamo i nostri migliori saluti".

Martina Affaticati
Francesco Cacciatore
Paolo Cammi
Maurizio Fornasari
Alessandro Ghisoni
Giuseppe Oddi
Elena Paraboschi
Matteo Provini
Gabriele Scagnelli
Giulia Silva
Silvana Trioli

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento