Il Pd: «Giunta allo sbando sulla sicurezza». Il sindaco: «Non dipingete Piacenza per quello che non è»

Botta e risposta tra Partito Democratico e Lega sull’ordine pubblico. Attacchi da Bisotti, Cugini, Fiazza e Buscarini: «Il centrodestra sta fallendo, soldi buttati sulla sicurezza». Barbieri: «Ok alle segnalazioni, ma non danneggiate la città con alcune dichiarazioni». Zandonella: «Vergognoso parlare di soldi buttati»

«Questa Amministrazione sul fronte della sicurezza si trova in un imbarazzante fase di stallo. Non infieriamo perché vorremmo che trovaste il bandolo della matassa, ma c’è un delirante comunicato del consigliere regionale Matteo Rancan che scarica tutta la responsabilità sugli altri». Stefano Cugini, capogruppo del Pd in Consiglio comunale, durante la prima seduta dopo le vacanze di agosto ha voluto aprire i lavori parlando di sicurezza, a pochi giorni di distanza da una serie di episodi che hanno coinvolto alcuni locali della città, come il brutto episodio alla birreria Tuxedo o la chiusura del bar Baraonda in via Colombo. «Se il giochino è scaricare la responsabilità sugli Stefano Cugini 2-2-3altri – ha dichiarato Cugini - ci corre l’obbligo di ricordare che non siamo noi ad aver regalato il primo presidente del Consiglio comunale al 41bis. Qua si dovrebbero limitare i comunicati e lavorare a testa bassa. Riprendete in mano la situazione che è allo sbando».

«Abbiamo portato i taser – ha evidenziato il leghista Marvin Di Corcia - ma il ministro Lamorgese ha interrotto ogni sperimentazione nelle città. Noto una falsità ipocrita del Pd sull’argomento sicurezza. Intervengono solo per galvanizzare un po’ l’elettorato in vista del Referendum».

«La sicurezza non è di destra o di sinistra – ha detto Roberto Colla (Pc Oltre) - così come il verde. Tutti dobbiamo impegnarci, nessuno ha la ricetta magica per risolvere i problemi». Massimo Trespidi (Liberi) ha chiesto di ripristinare il decoro e la sicurezza nell’area di piazza Cittadella. «Basta andarci alle 23 di ogni sera per vedere i problemi della piazza. Bisogna decidere cosa fare anche dell’ex biglietteria, se demolire o sfruttare l’immobile. Bisogna tornare a occupare questi spazi, altrimenti lo fanno i malintenzionati che creano problemi».

FIAZZA: «LA RICETTA DEL CENTRODESTRA STA FALLENDO»

«Chi ha promesso tre anni fa determinate cose sulla sicurezza in campagna elettorale – è stato l’intervento di Christian Fiazza (Pd) - ha disatteso quanto detto.Christian Fiazza-20 Si prometteva una città dal volto più sicuro. Se tre anni fa si poteva avere paura a girare alla sera nel quartiere Roma, ora questa percezione si ha anche alla Farnesiana e in piazza Cittadella, la nostra sembra Gotham City (la città di Batman, nda). La ricetta del centrodestra sta fallendo. Non vediamo risultati, non li vedono neanche i cittadini. Al di là di quello che può dire Rancan dal seggio di consigliere regionale, la situazione è oggettivamente peggiorata, servirebbe un Batman».

SEGALINI (LEGA): «NON C’E’ DA LAMENTARSI»

«I dati del Ministero degli Interni – ha preso la parola a difesa della Giunta il capogruppo della Lega Carlo Segalini - sono migliori e ci dicono che Piacenza è più sicura di altre città della regione. Alcuni episodi degli ultimi tempi come il Baraonda o al Tuxedo non si potevano prevedere, dovremmo allora metterci alle porte della città e schedare chiunque entri, ma a quel punto ce l'avreste con la Lega. Stiamo mettendo più telecamere, più luci sui passaggi pedonali e il cane antidroga della Polizia Locale ha già dato risultati. Non c’è da lamentarsi. Se dite che la Lega ha promesse e non ha fatto, andate a vivere in un’altra città».

BUSCARINI (PD): «LEGA INCOERENTE»

La consigliera dem Giorgia Buscarini ha chiamato ancora in causa il passato. «Quando si guardavano i dati sulla sicurezza ai tempi Patrizia Barbieri-99della Giunta Dosi - ha sottolineato - dicevate che la percezione dei cittadini era però un’altra, perché tanto i piacentini non denunciavano più. Ora tirate fuori i dati, dopo aver strumentalizzato una campagna elettorale sulla sicurezza. Noi rimaniamo in silenzio, ma nel momento in cui Rancan interviene dimenticandosi che c’è un assessore alla sicurezza in città ed è del suo partito…».

IL SINDACO: «NON SI DIPINGA PIACENZA PER QUELLO CHE NON E’»

«Prendo nota delle segnalazioni – ha replicato il sindaco Patrizia Barbieri - servono per migliorare. Non va presidiata solo piazza Cittadella, ma anche altre zone. Un conto è segnalare i problemi della città, un conto è dipingere Piacenza per quello che non è. Si danneggia la città nel dire certe cose. Le rimostranze vanno bene, ma non facciamoci accecare dalle polemiche nei confronti di una “città bellissima”». Ancora una precisazione dal sindaco durante la sua replica: «Dopo il lockdown sono cambiate un po’ di cose sul vivere la città. Stando sempre qui a lavorare in comune ho visto bande di persone che creavano disagio nei locali del centro storico. Comunque la Polizia Locale non risponde all’assessore alla sicurezza, ma al comandante».

Ma la discussione si è trascinata anche fuori da Palazzo Gotico (ancora sede del Consiglio comunale per garantire il distanziamento). Un Silvio Bisotti-15altro attacco al Carroccio è arrivato dalla segreteria provinciale del Pd, guidata da Silvio Bisotti.

«CITTÀ INSICURA, SPORCA, SENZA REGOLE: LA GIUNTA HA BUTTATO SOLDI»

«In un risentito comunicato – fa notare Bisotti - il consigliere regionale della Lega di Salvini Matteo Rancan elenca le spese fatte dalla Giunta Barbieri in nome della sicurezza: telecamere, bodycam, spray al peperoncino in dotazione della Polizia Municipale, oltre all’unità cinofila (un cucciolo di cane al quale va tutta la nostra simpatia). Ebbene Rancan dimostra una cosa sola: quei soldi non sono serviti, non si dice a risolvere, ma nemmeno ad affrontare degnamente il tema sicurezza della città. Allo stato delle cose sono stati soldi buttati. Rancan, nel tentativo di rispondere in modo polemico ad una nota della consigliera regionale Pd Katia Tarasconi che sottolineava l’escalation di violenza, degrado e sporcizia della città, finisce per darle ragione. Del resto può polemizzare fin che vuole con il Pd usando fiumi di parole, ma il punto è che la città è sotto scacco proprio sui temi più cari alle Lega: avevano promesso ordine, sicurezza, pulizia e invece siamo di fronte all’esatto contrario: la città è insicura, sporca, senza regole. I cittadini se ne stanno accorgendo ed è di loro, non del Pd, che Rancan si dovrebbe preoccupare».

ZANDONELLA: «VERGOGNOSO PARLARE DI SOLDI BUTTATI»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’assessore alla sicurezza Luca Zandonella si è sentito in dovere di rispondere al Partito Democratico, con una nota a margine della seduta consiliare. «Sentire il Pd – ha spiegato - dare lezioni sulla sicurezza cittadina fa venire un sorriso, proprio loro che per 15 anni alla Luca Zandonella-6guida della città non hanno mai neanche affrontato la tematica. Nessuno ha mai promesso che i reati in città fossero pari a zero, perché purtroppo è un fatto non realizzabile. La nostra promessa era quella di istituire un assessorato specifico che si occupasse a 360° della questione, in modo da aiutare il più possibile tutte le forze dell'ordine, ben sapendo che l'autorità massima in fatto di Pubblica Sicurezza è il questore». «Reputo comunque incredibile e vergognoso – ha aggiunto Zandonella - definire “soldi buttati" quelli utilizzati per comprare strumenti di autotutela per gli agenti di polizia e per il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. Ma d'altronde il Pd non ci stupisce mai con le sue uscite a vuoto. Forse non sanno che gli strumenti di autotutela agiscono anche in via preventiva, così come le telecamere, forse non sanno che l'unità cinofila antidroga della polizia locale ha già partecipato a controlli interforze, facendo sequestrare sostanze stupefacenti. Sono forse soldi buttati quelli utilizzati per contrastare gli spacciatori di morte? La segreteria del Pd si scusi per il grave messaggio lanciato alla cittadinanza e nei confronti degli agenti di polizia locale per la scarsa considerazione nei loro confronti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo Levante, indagato il colonnello dell'Arma Corrado Scattaretico

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

  • Calvino e Don Minzoni: due fratelli positivi al Coronavirus, isolate 54 persone

  • Muore schiacciato sotto un trattore a Ferriere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento