rotate-mobile
Verso le elezioni / San Lazzaro

Il Pd presenta i candidati, «una famiglia per una città non più immobile»

Presentata la lista dei 32 candidati, «provenienti da diversi “mondi” e professioni, che si candidano al servizio di una città che deve ripartire, ponendo al centro relazione, partecipazione, cura ed equità»

«Sedici uomini e sedici donne provenienti da diversi “mondi” e professioni: dalla scuola, dal volontariato, dalla cultura e dallo sport. In tredici hanno meno di 40 anni, una ne ha 18 e quattro sono indipendenti dal Pd, testimoniando che ci sono persone che riconoscono in noi un’apertura tale per candidarsi al servizio di una città che deve ripartire, ponendo al centro relazione, partecipazione, cura ed equità». Così la segretaria cittadina del Partito democratico, Renza Malchiodi, sintetizza le caratteristiche della lista di 32 candidati, a sostegno di Katia Tarasconi. Tutti erano presenti questa mattina, sabato 23 aprile, al point elettorale di via Emilia Parmense, a San Lazzaro.

«Siamo una grande famiglia, il Pd è la mia famiglia e noi siamo uniti seguendo l’obiettivo di portare la nostra idea di città a palazzo Mercanti», ha esordito la candidata sindaco dopo la rituale foto di gruppo e gli interventi di tre “big” della sua rosa di candidati: Paola De Micheli, Paola Gazzolo e Christian Fiazza. Sul simbolo della lista del Pd il nome di Tarasconi è su uno sfondo verde e il motivo è presto spiegato dalla candidata: «Verde e ambiente avranno molta cura e attenzione da noi che insieme vogliamo fare bene per la nostra città, per farla amare e vivere dai piacentini e non solo». Comune tra i candidati è l’idea di «un cambio di mentalità» che «si raggiunge lavorando insieme, in squadra. Non da soli – ha proseguito Tarasconi – ma condividendo con la comunità e insieme a Regione e Governo».

Da qui la candidatura dell’ex ministro Paola De Micheli, deputata e responsabile nazionale del Pd per l’attuazione del Pnrr, e dell’ex assessore regionale Paola Gazzolo. «Torno dopo molti anni e dopo tanti giri su e giù per l’Italia e in Europa, rendendomi disponibile per i cittadini per i quali ho sempre lavorato, vicina o distante che fossi – ha detto la parlamentare -. Sono qua per sostenere un’idea diversa di città, non immobile come in questi cinque anni. Ai piacentini toccherà scegliere il loro destino: noi insieme abbiamo un tasso di energia e carica, oltre ad una visione di futuro che Katia Tarasconi sa e saprà portare avanti ancora meglio. Se mi eleggeranno rimarrò in Consiglio per avviare una nuova stagione di investimenti e per accompagnare le idee per costruire il futuro di Piacenza, grazie alle conoscenze e alle competenze che ho maturato in questi anni “romani”. Lo faccio con entusiasmo – ha proseguito – in un Pd che, al contrario di quello che tutti dicono, è unito per il bene di Piacenza: vogliamo servire ed essere strumento di crescita per la città».

Ha portato il suo sostegno a Tarasconi anche il segretario regionale dei Dem Luigi Tosiani, che si è «immerso totalmente in questo percorso dalla sua nascita, fino alla scelta della candidata, alla formazione della lista: il Pd, a qualsiasi livello, c’è e ci sarà tutte le volte che avrete bisogno». Tosiani ha voluto evidenziare la «Generosità di Katia che si è messa a disposizione per amore della città, anteponendola ad ogni altra cosa, e che ha contagiato tutti coloro che si candidano in una lista che ha alte competenze». Un «entusiasmo che non è così da tutte le parti» ha detto il segretario, secondo il quale «il Pd deve giocare il ruolo di innovatore nel percorso di coalizione per vincere le elezioni». Per raggiungere quest’ultimo obiettivo, ha suggerito concludendo Tosiani, «occorre raccontare ciò che siamo e ciò che vogliamo fare, venendo meno a liti, risse, veleni: non è il nostro stile. Così abbiamo vinto le elezioni Regionali e così facciamo anche a Piacenza, mettendo in campo le nostre proposte e non parlando del passato: a noi interessa parlare del futuro».

CLICCA QUI per vedere l a lista dei candidati del Pd a Piacenza con Katia Tarasconi

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd presenta i candidati, «una famiglia per una città non più immobile»

IlPiacenza è in caricamento