Politica

«Il peccato originale: aver rinunciato all’area ex Pertite»

Requisitoria di Federico Scarpa sul percorso seguito dalla giunta per il nuovo ospedale

Presso l’Albergo Roma, Federico Scarpa, presidente della Lac piacentina (libera Associazione Artigiani) e del Consorzio Servizi Infrastrutture e Logistica  (Co.Sil), ha tenuto una conferenza stampa i cui toni e contenuti sono suonati come una requisitoria nei confronti degli eventi che portano il Consiglio comunale a deliberare o meno la proposta della Giunta indirizzata ad indicare i 160mila metri quadrati di suolo  Federico Scarpa-7agricolo collocato all’esterno della tangenziale sud nella zona Farnesiana, quale area sulla quale costruire il nuovo ospedale di Piacenza.  Scarpa ha richiamato le argomentazioni già altre volte snocciolate in comunicati ufficiali quali la scelta della amministrazione comunale di accettare supinamente la “necessità di un nuovo ospedale” suggerita dalla Regione, senza avere “una pur minima conoscenza della reali esigenze sanitarie piacentine”.  Altre critiche per la procedura che ha portato a selezionare il gruppo delle potenziali aree senza un bando pubblico. Scarpa ha inoltre evidenziato la solerzia con la quale dell’Associazione Industriali ha accompagnato le decisioni del sindaco sulla scelta di una localizzazione che condizionerà lo sviluppo urbanistico della città per decenni. “Speriamo in un blocco della pratica”, è stata la frase finale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Il peccato originale: aver rinunciato all’area ex Pertite»

IlPiacenza è in caricamento