Il presidente Trespidi chiama a raccolta i sindaci: voglio un contatto costante con il territorio

Assemblea con i sindaci del territorio, ieri, in corso Garibaldi. Trespidi: "Tenevo molto a quest'incontro". La sua amministrazione vuole proporre "ascolto, coinvolgimento, confronto, dialogo con i sindaci". E la Lega Nord aggiunge: presto un vademecum sul pacchetto sicurezza per i primi cittadini

Ieri mattina, in corso Garibaldi, riunione del presidente Trespidi con 46 dei 48 sindaci del piacentino.  “Tenevo molto a quest'incontro che abbiamo organizzato innanzitutto per indicare un metodo di lavoro che distinguerà la nostra amministrazione: ascolto, coinvolgimento, confronto, dialogo con i Sindaci”, sono state le parole di Massimo Trespidi al termine della riunione.

trepro18E, a giudicare dall'adesione dei primi cittadini, è stata una riunione ben riuscita. Si è parlato di Expo 2015, in vista della quale – ha detto Trespidi – occorre fare gioco di squadra. La nuova Giunta provinciale ha reso noto che presto sarà allestito un “ufficio Expo” in grado di guidare i municipi del territorio nella preparazione all'esposizione universale. Insomma, per trarne il massimo vantaggio.

Non solo un ufficio per l'Expo, fra i progetti del presidente: ai sindaci riuniti, Trespidi ha proposto la creazione di un ufficio che guidi i Comuni – soprattutto quelli più piccoli – nella ricerca di finanziamenti (europei, nazionali e regionali) che consentano la realizzazione dei programmi di amministrazione.

  La politica di Trespidi: ascolto, coinvolgimento, confronto, dialogo con i sindaci  


Proposta accolta da molti dei presenti: dal sindaco di Podenzano, a quello di Rottofreno, passando dalla piena approvazione del primo cittadino di Ponte Dell'Olio. Poi, alcuni rappresentanti dei municipi piacentini hanno avanzato le loro proposte “locali”:

PTCP e politiche socio-sanitarie, sono i temi messi all'attenzione della Giunta provinciale da parte del sindaco di Fiorenzuola. Da parte dei primi cittadini di Coli e Ottone, invece, considerazione per i problemi della montagna.

Infine il sindaco di Piacenza, Roberto Reggi, che ha auspicato una “interlocuzione” tra enti locali e servizi gestori che ha caratterizzato l'Agenzia d'Ambito, una sinergia territoriale a livello di risanamento ambientale e il coinvolgimento, nella gestione del servizio di trasporto pubblico locale, anche dei comuni del territorio, per renderlo più efficiente.

Dalla Lega Nord, invece, è arrivata la proposta di un vademecum per i sindaci piacentini sul pacchetto sicurezza, recentemente divenuto legge dello Stato. “Ora che il ddl ha ottenuto il via libera dal Senato - ha detto Polledri - è necessario informare i Comuni sui nuovi poteri e le nuove responsabilità che questi hanno sul fronte della sicurezza”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  Presto un vademecum sul pacchetto sicurezza  


Presto, dunque, potrebbe essere convocato un tavolo sul tema, nel quale verranno trattati i temi della lotta all'immigrazione clandestina, del contrasto al racket, alle mafie e alla criminalità diffusa, ma anche dei nuovi interventi sul fronte sicurezza stradale e delle iniziative per salvaguardare il decoro urbano.

“La sicurezza è un diritto dei cittadini - ha concluso il vicepresidente della Provincia, Maurizio Parma - ed è un dovere degli enti locali garantirla”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento