«Il sindaco in questo momento non può fare bassa polemica»

Il capogruppo del Pd Cugini dopo l’intervista di Barbieri a “La Verità”: «A Piacenza invoca l’unità d’intenti, con i cronisti fuori provincia tira mazzolate. Così crea confusione e perde credibilità nel rappresentare tutti i cittadini in questa fase»

Stefano Cugini con Christian Fiazza (foto di repertorio)

«Ci mancava la sindaca ad assecondare la pseudo-satira de “La Verità”, denunciando l’abbandono di Piacenza da parte del Governo. D’altronde i sentori di un ritorno alla bassa polemica, dalle parti della destra, c'erano tutti: da giorni consiglieri comunali e regionali, assessori e parlamentari danno sfoggio sui social dei loro mal di pancia». Stefano Cugini, consigliere comunale del Partito Democratico, interviene a nome del gruppo consiliare (che comprende anche Giorgia Buscarini, Giulia Piroli e Christian Fiazza), dopo l’intervista in prima pagina sul quotidiano di Maurizio Belpietro del sindaco e presidente della Provincia Patrizia Barbieri del 14 aprile.

«Se ci si mette però anche Patrizia Barbieri – fa notare il capogruppo Cugini - allora è un cambio di passo. Peccato davvero, perché questa Barbieri a La Verità-2versione Jekyll e Hyde della prima cittadina, prodiga a invocare unità d’intenti in quel di Piacenza e lesta a tirar mazzolate appena parla con qualche cronista fuori provincia, non solo non le rende onore, ma svilisce il suo stesso ruolo. Così perde credibilità e crea confusione. Di questo passo, è dura poi dire che si stanno rappresentando tutti i cittadini. Oggi non è tempo di parti contrapposte: dire, tra l’altro su un foglio fazioso come pochi, che Piacenza è abbandonata, è una bugia colossale che non giova a nessuno. Se c’è dietro una strategia, francamente sfugge».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Sta filando – osserva ancora Cugini - tutto liscio? Certo che no. Ci sarebbe da stupirsi del contrario in una tale emergenza. Ma la priorità sia data a pensieri e azioni: le polemiche lasciamole ai poveretti in cerca di un po’ di visibilità. Questa improvvida intervista rischia di lasciare il segno, di fare terra bruciata intorno a un territorio che deve invece, oggi più che mai, contare su relazioni, progetti condivisi, alleanze strategiche. Sindaco, è tempo di smentite e puntualizzazioni. Per dirla meglio, è urgente che ci dica qual è la sua vera natura: Jekyll o Hyde? Piacenza, entrambi, non può permetterseli».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Bimbo di un anno in ospedale per cocaina, arrestati i genitori e i nonni

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • Sorprende i ladri in casa, 90enne scaraventata a terra e rapinata

  • «Mi dispiace per quanto ho fatto, mi hanno aggredito e mi sono solo difeso»

  • Ricette piacentine: la torta di patate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento