menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Pasquali e Patrizia Barbieri

Andrea Pasquali e Patrizia Barbieri

Il sindaco in redazione: «Il parcheggio interrato di piazza Cittadella non ci piace ma lo faremo»

In redazione ospite il sindaco Patrizia Barbieri che ha risposto alle domande dei lettori

Dopo Tommaso Foti, neo parlamentare di Fratelli d’Italia, è stata la volta del sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri. Ormai la diretta della pagina Facebook de “IlPiacenza” – condotta dal giornalista Andrea Pasquali – è diventata un appuntamento fisso del venerdì pomeriggio. Pasquali ha incalzato il primo cittadino riportando buona parte delle domande dei cittadini pervenute alla redazione. Il confronto è partito dalla polemica sull’area ex Mazzoni di via Calciati che ospiterà un supermercato. «Noi l’attenzione sul commercio ce l’abbiamo – ha detto il sindaco -. Quella dell’ex Mazzoni è un’area degradata, si dovevano realizzare diversi appartamenti ma poi non se ne è fatto nulla. Così invece ci sarà un supermercato e tanti parcheggi pubblici con una pista ciclabile. Era un’operazione che andava incontro agli interessi della collettività». Il sindaco comprende le polemiche, ma la soluzione è ritenuta la migliore possibile. «Il timore è comprensibile. C’è una forte attenzione da parte nostra. Francamente vi è un grande interesse da parte dell’alimentare a posizionarsi su Piacenza». I lettori chiedono del verde pubblico, in particolare di Corso Europa.

«Purtroppo è una realtà di degrado che abbiamo all’interno della città. Abbiamo parchi trascurati, aree verdi messe male. Abbiamo in cantiere tante opere nel verde. Nel periodo invernale non si è riusciti a intervenire per il clima. E in Estate e autunno avevamo altri problemi, l’ufficio di manutenzione era stato colpito dalle indagini».

Il sindaco è ritornata sulla sforbiciata ai dirigenti che la Giunta avrebbe in mente. «Ci abbiamo pensato per la necessità di efficientare la macchina pubblica. La riorganizzazione è stata solo annunciata, poi ci confronteremo con i sindacati e con la commissione e il Consiglio comunale. Abbiamo cercato di avere dirigenti di pari livello sotto il coordinamento del segretario». In redazione, mentre Barbieri interloquiva, sono arrivati tanti quesiti, curiosità, richieste. Una era il parcheggio di via dei Pisoni e il futuro del Berzolla. «Con il Bando Periferie avremo la riqualificazione dell’area. Quella struttura , secondo noi, deve essere destinata a uffici pubblici. in quella zona c’è molta attenzione, verrà demolito l’ex mercato ortofrutticolo che darà parcheggi. E poi verrà sistemata l’area di Terrepadane, ci sarà una bonifica di tanti capannoni in degrado e aree».

Il nuovo ospedale è un tema che ci accompagnerà per diversi anni. «Per me l’area della Lusignani è molto piccola, l’area di La Verza è l’ipotesi che ho indicato io. È una proposta migliore perché è su un’arteria che corre vicino alla tangenziale, vicina ai vigili del fuoco all’area dell’elisoccorso e prossima ai collegamenti con le vallate».

L’argomento più caldeggiato dai lettori è stato Spazio4 e i centri d’aggregazione giovanile. «Io penso che questa questione – ha risposto il sindaco - sia strumentale. Non è vero che non si fanno programmazioni sui giovani, questi spazi saranno riutilizzati. Non condividiamo le programmazioni precedenti, noi stiamo portando avanti altri programmi. Per la clausola sociale, non è indispensabile in questi bandi. Noi abbiamo messo comunque la presenza di educatori. È vero, spenderemo meno soldi. Cifre inferiori, ma consone e adeguate. C’è la volontà di spendere bene e in maniera giusta».

In piazza Cittadella sono arrivati i parcheggi blu, ma l’ex biglietteria Seta rimane – per ora – e la gente s’interroga sul progetto del parcheggio interrato. «Mi piacerebbe sapere anche a me quando s’interverrà lì, avrei voluto avere situazioni più definite. Stiamo lavorando su temi pregressi. Non ho mai nascosto che la soluzione del parcheggio di piazza Cittadella non ci piace ma ci sono vincoli contrattuali ed impegni economici robusti per il Comune. Se non facciamo questo parcheggio interrato esporremo la cittadinanza a un risarcimento di qualche milione di euro alla società con cui l’ente ha sottoscritto l’accordo tanti anni fa. Stiamo cercando di trovare le soluzioni migliori. Si prevedevano mille posti auto, ora sono 250, di cui 200 a parcheggio e 50 venduti». Poi, un’anticipazione. «Vorremmo individuare un’area vicina al centro per la sosta gratuita, ci stiamo lavorando».

Il problema dei parcheggiatori abusivi attanaglia ancora diverse aree della città. Su questo fronte non si vedono miglioramenti. «Abbiamo già fatto molti interventi coordinati con le forze dell’ordine. Nel momento in cui li allontani, ritornano il giorno dopo. Bisogna trovare la soluzione a quella baraccopoli di viale Malta, alcune sono del Demanio, dobbiamo interloquire con loro. I parcheggiatori abusivi si scambiano i biglietti, li vendono. Avevamo pensato di programmare la bigliettazione con la targa per impedire questo scambio di ticket. Non è la soluzione finale, è un rimedio. Tra i tanti disagi ereditati, anche l’abbandono del comandante della municipale. A maggio avremo il comandante, gli agenti stanno facendo molto ma non lavorano in condizioni facili».

Un lettore si è chiesto il perché della cancellazione del profilo Facebook del sindaco, aperto in campagna elettorale. «Non sono attiva sui social, non sono molto brava su questo fronte, lo ammetto. È un mio limite. Si serve un addetto stampa che curi anche queste cose».

Nella terza puntata, venerdì 30 marzo, sarà ospite il capogruppo del Partito Democratico di Piacenza Stefano Cugini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccino, a Piacenza in arrivo quasi 54mila dosi

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Il nuovo mercato coperto di piazza Casali pronto a metà 2023

  • Incidenti stradali

    Sbalzati dopo l'urto con un'auto, feriti due ciclisti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento