Piacenza Coraggiosa

«Il tema sociale è incombente: serve un po’ di sinistra in questa amministrazione»

Pier Luigi Bersani sostiene Tarasconi nell’ambito dell’iniziativa pubblica della lista Piacenza Coraggiosa, ecologista e solidale in Largo Baciocchi

«Serve un primo cittadino che sia un punto di riferimento. Non si deve fare il sindaco, ma esserlo. Sono due le questioni su cui si giudica un’amministrazione: è stata lasciata una città meglio di come la si è trovata? E’ stato fatto qualcosa che non c’è bisogno di spiegare perché i cittadini l’hanno vista? A queste due domande non si può rispondere positivamente al momento. Serve una rinfrescata, e Katia Tarasconi ha un’energia tale da esserne capace».

A dirlo l’onorevole Pier Luigi Bersani nella mattinata del 4 giugno nell’ambito dell’iniziativa pubblica di Piacenza Coraggiosa, ecologista e solidale in Largo Baciocchi che la sostiene. L’ex ministro piacentino è stato introdotto dai due candidati della lista, Paolo Cammi e Serena Groppelli, poi dopo un breve discorso della candidata sindaco Tarasconi è stato intervistato dal direttore di Fanpage, Francesco Cancellato.

«Ci vuole – ha detto Bersani – un po’ di sinistra in questa amministrazione perché il tema sociale è incombente e va di pari passo con quello ambientale. Su questo serve una grande attenzione, la gente lo deve percepire che c’è una svolta su questo tema». Andrà a Bettola quest’estate? «Sicuramente andrò a fare qualche giro per incontrare amici e compagni», ha concluso.

Perché largo Baciocchi? «E’ una delle porte di ingresso alla nostra città, che si apre su Milano, tra due scuole, per guardare al futuro, di fronte a palazzo Farnese, uno dei simboli culturali della città e in un marciapiede-simbolo di accessibilità e verde intelligente». Ha spiegato la lista Piacenza Coraggiosa in una nota.

«Serve – hanno detto - un progetto di centrosinistra di governo della città che prenda spunto dal ruolo e dalla storia di Piacenza rispetto al suo territorio, all’Italia e al mondo. Una che si inizia a delineare a partire dal voto a Coraggiosa del 12 giugno, per una Piacenza che guarda al futuro con consapevolezza delle sfide da affrontare e convinzione dei propri mezzi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Il tema sociale è incombente: serve un po’ di sinistra in questa amministrazione»
IlPiacenza è in caricamento