Politica

Il tempo pieno a scuola rischia di essere solo un parcheggio

   Forza Italia a Piacenza, nella consapevolezza che la forza autentica di un’azione politica seria e costruttiva si basa fortemente sulle idee e sulla conoscenza piena delle realtà socio-culturali, sta dando vita a una serie di eventi culturali di grande impatto. Naturalmente, il primo oggetto di cultura è l’uomo, nella sua dimensione di persona, come singolo e come essere sociale: la cultura, la formazione, la scuola sono aspetti di fondo e di prim’ordine per la società e per la politica, in quanto ci aiuteranno a garantire un’umanità equilibrata e laboriosa, capace di dare alla società stessa una dimensione di autentico progresso. Se ne è parlato nei giorni scorsi con l’onorevole Valentina APREA, attraverso la sua vivace e coerente opera di sostegno a una Scuola moderna e ad autentica misura d’uomo, in una fattiva interazione con la società e il mondo del lavoro: la Scuola che c’è e…”la Scuola che non c'è”, sviluppando, in particolare, il suo noto aforisma secondo cui “il lavoro c’è se c’è buona formazione”.

 Aprea ha impostato il suo intervento all’Auditorium S.Ilario, in particolare, sui riferimenti alla didattica d’avanguardia che, attraverso un utilizzo intelligente e metodologicamente fondato, aiuti la scuola, sin dai primi livelli dell’istruzione, a dare ai discenti una dimestichezza con la modernità capace di mantenere il passo con il resto del mondo e dare strumenti di competenza adeguati ai tempi: evidentemente ciò dimostra che la destra e il centrodestra non sono affatto retrogradi, ma anzi guardano avanti, e l’On.le Aprea ha ben ricordato come tale impostazione di autentica riforma didattica i governi di centrodestra degli anni duemila avevano già cominciato a darla, salvo poi essere affossata e rovinata dagli interventi politico-governativi successivi.

   E allora, mentre anche i media locali demagogicamente titolano, nella cronaca del centrosinistra piacentino, con superatissimi e soffocanti inviti al tempo pieno nella scuola, il centrodestra, nella consapevolezza del rischio che tale tempo pieno sia solo un parcheggio pieno di un nulla che ci ha portato in basso nelle rilevanze internazionali sull’istruzione e la Scuola, preferisce occuparsi di modi moderni ed efficaci di occupare tempi scuola a misura d’uomo.

   Presenti giovani e meno giovani all’incontro con l’Aprea, docenti non solo in pensione (come malignamente ed erroneamente ha voluto scrivere la stampa locale), ma anche in servizio, nonché studenti e studentesse, oltre a esponenti della politica locale – a cominciare, s’intende, dal Commissario Provinciale di Forza Italia Jonathan Papamarenghi - e i componenti del Dipartimento Cultura e Scuola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tempo pieno a scuola rischia di essere solo un parcheggio

IlPiacenza è in caricamento