«Immigrazione clandestina terreno fertile per la criminalità nigeriana»

I parlamentari della Lega, Murelli e Pisani: «Complimenti ai poliziotti che hanno fermato gli sfruttatori. Monito ai benpensanti che vogliono cancellare i decreti sicurezza»

Murelli e Pisani

«La guardia non va mai abbassata e lo sa bene la polizia di Piacenza che ha azzerato una pericolosa e infame organizzazione che sfruttava e rendeva schiave alcune giovani ragazze nigeriane. La spietata criminalità nigeriana, d’altra parte, ha attecchito da anni in Emilia Romagna e la sua struttura e pericolosità si ritrova nelle relazioni della procura distrettuale antimafia». I parlamentari della Lega, Elena Murelli e Pietro Pisani, si complimentano con il questore Pietro Ostuni per l’importante operazione della Squadra mobile che ha portato in carcere 5 persone e ne vede indagate altre quattro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«I fermati - continuano Murelli e Pisani - sono accusati di reati gravissimi ai danni di giovani ragazze spesso abusate, fatte prostituire e ridotte a schiave. Se condannati, gli autori di questi crimini non dovranno trovare spazio alcuno in Italia. Alla base, ancora una volta, c’è il mondo sommerso dell’immigrazione clandestina in cui sguazzano criminali e affaristi senza scrupoli. Se lo ricordino i benpensanti che chiedono di cancellare i decreti sicurezza del precedente Governo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento