«In Emilia i profughi della rivolta di Cona? E' una follia»

Rancan (Ln): «A quanto si apprende alcuni dei clandestini che si sono resi protagonisti di una rivolta nel centro profughi di Cona in Veneto, sarebbero diretti nei centri accoglienza dell'Emilia Romagna. Se così fosse sarebbe davvero gravissimo e inaccettabile. Vanno rispediti a casa loro»

Foto Venezia Today

“A quanto si apprende alcuni dei clandestini che si sono resi protagonisti di una rivolta nel centro profughi di Cona in Veneto, sarebbero diretti nei centri accoglienza dell'Emilia Romagna. Se così fosse sarebbe davvero gravissimo e inaccettabile. E’ davvero incredibile – attacca il consigliere regionale del Carroccio, Matteo Rancan -; invece di essere cacciati a forza e riportati di corsa nei loro Paesi di origine, dopo che hanno sequestrato degli operatori del centro in cui erano ospitati, questi signori vengono semplicemente spostati e non in un posto a caso, ma nella bella e accogliente Emilia-Romagna, dove si aspettano di essere coccolati, serviti e riveriti. Forse per loro le leggi non valgono? E’ assolutamente folle. Chi rispetta le nostre leggi e ha i requisiti per restare nel nostro Paese resti pure, agli altri si indichi la via più veloce per tornare da dove sono venuti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

  • Animale sulla strada, si ribalta con l'auto in un campo: ferito

Torna su
IlPiacenza è in caricamento