menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento dell'incontro

Un momento dell'incontro

In Provincia un incontro sulla protezione dei minori: «Verso protocollo interistituzionale»

Zanardi: «L'incontro del 30 novembre segna la conclusione di una proficua ricerca sociale, ma soprattutto l'inizio di un percorso condiviso tra i soggetti coinvolti sul tema per la costruzione di una rete interistituzionale»

il 30 novembre, nella sala Consiglio della Provincia di Piacenza, si è tenuto il seminario sul tema "Intese Interistituzionali tra giustizia e servizi psico-sociali a protezione dei minori", organizzato dalla Provincia di Piacenza, settore Politiche Sociali.

L'incontro è stato molto partecipato (presenti più di un'ottantina di professionisti, tra avvocati e assistenti sociali del territorio).

Dopo il saluto del presidente della Provincia, Francesco Rolleri, il seminario è stato aperto dal consigliere provinciale delegata alle politiche sociali, Gloria Zanardi: «L'incontro di oggi segna la conclusione di una proficua ricerca sociale, ma soprattutto l'inizio di un percorso condiviso tra i soggetti coinvolti sul tema per la costruzione di una rete interistituzionale. Credo che il prossimo passo debba essere il raggiungimento di un accordo formale tra tali soggetti al fine di garantire la massima tempestività e adeguatezza delle procedure e degli interventi, soprattutto considerato che con l'emanazione della legge 219/2012 ed il conseguente trasferimento della competenza dal Tribunale per i minorenni al giudice ordinario su molti aspetti riguardanti i minori, si è verificata una intensificazione degli scambi collaborativi provinciali tra le Autorità Giudiziarie, i Servizi Sociali territoriali ed avvocati».

E' seguito l'intervento di Roberto Maurizio della Fondazione Zancan, il quale, su incarico della Provincia, ha svolto una ricerca proprio sul rapporto tra magistrati, servizi sociali ed avvocati in tema di tutela dei minori, di cui il 30 novembre ha illustrato gli esiti.

Inoltre, sono intervenuti con interessanti contributi Margherita Govi (Regione ER), A Scarduelli (Comune Reggio Emilia), Marina Marchetti (presidente Sezione Unica Civile Tribunale Piacenza), l'avvocato Margherita Prandi e Mariangela Tiramani (servizi sociali Comune Piacenza). Le conclusioni sono spettate al Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza della Regione Emilia-Romagna, Luigi Fadiga.

Il confronto tra i vari soggetti è stato positivo e costruttivo. Tutti coloro che sono intervenuti hanno manifestato la volontà di proseguire nel percorso collaborativo intrapreso, auspicando nella formazione di un protocollo comune per disciplinare le relazioni interistituzionali in questo campo, stante anche la disciplina normativa alquanto disorganica ed in continua evoluzione, facendo tesoro dell'esperienza di Reggio Emilia (illustrata proprio il 30 novembre da Scarduelli) ove è già stato sottoscritto un'intesa formale tra le parti.

Tutti gli ospiti, nell'individuare le criticità e gli aspetti positivi dei rapporti tra istituzioni ed organismi sul tema in oggetto, hanno rimarcato la necessità di avere sempre chiaro l'obiettivo primario nello svolgimento di qualsivoglia attività in questo campo, vale a dire l'interesse del minore e, altresì, la tutela dei diritti degli adulti.

incontro tutela minori provincia-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento