Politica

Quagliaroli sulle mafie nel nord: «La politica collabori con le forze dell'ordine»

Il Movimento 5 Stelle ha chiesto una commissione speciale d'inchiesta per fronteggiare il problema delle infiltrazioni della criminalità organizzata nel nord

Repertorio

Giovedì 5 marzo Mirta Quagliaroli, il capogruppo del Movimento 5 Stelle di Piacenza, era presente al convegno "Proiezioni delle mafie al Nord". «Rilevante l’intervento del Prefetto di Piacenza, Anna Palombi, che dichiara che la situazione nella nostra realtà è sotto controllo - si legge in una nota di Mirta Quagliaroli -.  Quello che vorrei evidenziare è stato l’intervento dell’Assessore Regionale Massimo Mezzetti che ha più volte ripetuto, parlando esplicitamente delle forze politiche in regione, che quest'ultime chiedono commissioni speciali d’inchiesta senza capire e conoscere le funzioni e gli strumenti a disposizione della regione stessa. Ha tacciato i partiti che chiedevano di costituire tale commissione speciale come incompetenti e ha parlato di sottovalutazione del problema dichiarando che serve maggiore scambio di informazioni, conoscenza e strategie coordinate tra i vari soggetti, anche politici. ?Noi del M5S abbiamo sostenuto e richiesto con forza l’istituzione di una commissione speciale d’inchiesta, commissione tra l'altro prevista dallo statuto regionale e già istituita in Lombardia e Campania (in quest'ultimo caso, commissione Anticamorra). Pensiamo infatti che, oltre che fattibile, sia uno strumento politico tra i più efficaci per avere una maggiore conoscenza e informazione del problema delle infiltrazioni mafiose. Uno strumento - continua la Quagliaroli - che permetterebbe di far lavorare insieme politici di maggioranza e opposizione, uniti nell'intento di migliorare il nostro bene comune. Una commissione per condividere informazioni, strategie, strumenti e possibilità di intervento affinché si possa risolvere il problema, non abbandonando a se stesse le forze di polizia che potrebbero così concentrarsi efficacemente "solo" sulle indagini. Crediamo che gli strumenti necessari ad aiutare e rafforzare l’azione delle forze dell’ordine siano di competenza anche e soprattutto della politica. Quindi, quale migliore occasione di divulgazione, di studio e analisi di una commissione ad hoc? ?Il Pd, che governa la regione da tantissimi anni, dichiara, per bocca dei suoi rappresentanti, di essere stato superficiale e di avere sottovalutato il problema; quindi condividere l’impegno può essere un buon metodo per iniziare un proficuo lavoro comune. Non crede assessore Mezzetti?». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quagliaroli sulle mafie nel nord: «La politica collabori con le forze dell'ordine»

IlPiacenza è in caricamento