rotate-mobile
Politica

Irpef, Forza Italia stupita: «Fd’I aveva proposto di aumentare ora». Foti: «La verità in Consiglio»

Il partito di Forza Italia smentisce la ricostruzione dei colleghi di maggioranza di Fratelli d’Italia. Il vicesegretario Agogliati: «Erano proprio loro ad insistere per aumentare le tasse per il 2019, basta strumentalizzazioni». La replica di Foti: «Ci vediamo in Consiglio comunale»

Ancora più chiaro e tranchant nel commentare la vicenda il vicesegretario provinciale - con delega alla città - Antonio Agogliati. «Giovedì Foti e Agogliati-2pomeriggio il gruppo consiliare di Forza Italia – informa l’ex senatore Agogliati - ha esaminato la questione del possibile aumento dell’addizionale Irpef. Si è convenuto di non aumentare le tasse ai cittadini. Se i conti lo permettevano, Forza Italia riteneva corretto non ritoccare le aliquote. È inutile che Fratelli d’Italia se ne esca con questa polemica. Durante le riunioni di maggioranza hanno insistito per aumentare l’addizionale Irpef, sono stati proprio loro a suggerire di riprendere la delibera della Giunta Dosi. Noi non eravamo d’accordo e sposavamo la linea del sindaco Patrizia Barbieri e dell’assessore al bilancio Paolo Passoni. Se Fratelli d’Italia smentisce questa verità, siamo disponibili a parlarne in un confronto pubblico. Prima di dire cose fasulle si sciacquino la bocca. È ora di finirla di strumentalizzare queste dinamiche interne».

FOTI: «ACCETTO LA SFIDA SULL'IRPEF, L'APPUNTAMENTO È PER LUNEDÌ IN CONSIGLIO»

La replica dell’onorevole (e consigliere) di Fratelli d’Italia Tommaso Foti non si fa attendere. «Il confronto pubblico – dichiara Foti a nome del partito - cui ci sfida il senatore Antonio Agogliati lo faremo prima di quanto lui possa pensare: lunedì in Consiglio comunale. La nostra posizione è sempre stata chiara al riguardo, se poi non è stata capita è cosa che non ci riguarda. Le riunioni sull'aumento della addizionale Irpef non le abbiamo certo richieste noi: siamo stati convocati come gli altri consiglieri di maggioranza, ci sono stati rappresentati possibili scenari, abbiamo detto chiaramente che nel momento in cui si decideva di mantenere l'aliquota attuale chiedevamo che lo si facesse fino alla fine del mandato della Giunta Barbieri. E così ha ribadito l'assessore Opizzi in Giunta. Il resto è avanspettacolo di basso profilo». «La riprova – prosegue Foti - che quando si fa i killer su commissione non sempre si centra il bersaglio sta nel fatto che con buona pace di chi lo ignora, o non lo vuole comprendere, i bilanci dei Comuni hanno funzione autorizzatoria per 3 anni e non per uno. Il legare quindi il possibile aumento dell’Irpef a futuri nefasti provvedimenti di finanza pubblica, quali ad esempio l'aumento dell'Iva nei prossimi anni, è una bestialità prima tecnica che politica, poiché contraddice il principio di veridicità cui il bilancio deve attenersi per il triennio a legislazione vigente al momento della sua approvazione. Stupisce che una persona esperta e saggia come il senatore ed ex sindaco Agogliati - conclude Foti - sostenga il contrario, anche se è pur vero che sussiste una diversità tra il bilancio del Comune di Piacenza e quello di Ferriere».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Irpef, Forza Italia stupita: «Fd’I aveva proposto di aumentare ora». Foti: «La verità in Consiglio»

IlPiacenza è in caricamento