menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Massimo Polledri

Massimo Polledri

Italia Oggi, «Da Polledri un altro sgarbo per Salvini»

La mancata espulsione del piacentino Polledri dalla Lega Nord, contribuisce al titolo del quotidiano nazionale Italia Oggi

“Salvini non ha in mano la Lega. Non è riuscito nemmeno a far eleggere il suo uomo dal congresso emiliano del suo partito. A Ravenna i suoi uomini si prendono a porte in faccia”. Così si legge sul quotidiano nazionale “Italia Oggi”, diretto dal piacentino Pierluigi Magnaschi. Il riferimento dell’articolo a firma di Carlo Valentini, è il recente congresso del Carroccio in Emilia. Il piacentino Matteo Rancan, già consigliere regionale e fedelissimo di Salvini, non è riuscito a conquistare la segreteria dell’Emilia, succedendo all’amico parmigiano Fabio Rainieri. Se Rancan è arrivato secondo, un altro piacentino, il consigliere comunale Massimo Polledri, anima storica a livello locale del partito di Alberto da Giussano, è riuscito addirittura ad entrare nel direttivo regionale.

“Ma in Emilia – si legge nella parte centrale dell’articolo di Valentini - Salvini ha subìto un altro sgarbo.   Era tutto pronto per l’espulsione dell’ex-deputato ed ex-senatore piacentino (da 22 anni nella Lega) Massimo Polledri, che arrivò agli onori della cronaca perché in un talk su Rai3 alla deputata Pd, Pina Picerno che sosteneva che  «la Lega a Pontida lancia segnali di celodurismo e poi arriva a Roma e si cala le braghe», lui rispose: «Se ci caliamo le braghe  noi, può essere una bella sorpresa per te». Ma il motivo della proposta di radiazione  era il non allineamento col nuovo corso salviniano. Il comitato dei garanti ha deciso l’espulsione all’unanimità ma è intervenuto Bossi («non mi macchierò mai dell’ignominia di mettere fuori una persona che ha creduto per 20-30 anni nella Lega. Non metterò fuori nessuno») e la condanna è stata stracciata. Tanto che Polledri commenta: «Mi dispiace che a livello locale si sia perso tempo ed energie per niente. Ritengo che le sedi del nostro movimento debbano continuare ad essere posti dove si ascoltano e si tentano di risolvere i problemi della gente e non luoghi dove si compiono atti di bullismo politico verso i militanti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento