rotate-mobile
Lunedì, 5 Dicembre 2022
Politica

L'altra Europa inizia da Piacenza

L'altra E-R è una lista nata dall'esperienza dell'altra Europa per Tsipras

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Un'assemblea pubblica decisamente ricca di spunti e contenuti, quella che si è tenuta giovedì 2

ottobre presso la circoscrizione 2 di via XXIV maggio a Piacenza. La lista "L'altra Emilia- Romagna", in corsa per le prossime elezioni regionali di novembre, ha infatti radunato i firmatari

dell'appello partito da Bologna un mese fa, i simpatizzanti e i cittadini interessati e alla presenza

della propria candidata alla presidenza Maria Cristina Quintavalla, ha dato vita ad un dibattito

intenso e costruttivo. Sono intervenuti i candidati del collegio piacentino Manuela Bruschini,

Basilio Riga, Stefania De Micheli discutendo,con l'aiuto anche di esponenti di associazioni e

movimenti cittadini, della situazione dell'acqua pubblica in città e provincia, dei diritti civili delle

coppie omosessuali, del parco della Pertite e delle sue ipotesi di utilizzo, dei lavoratori precari e

della situazione scolastica locale, dei servizi sociali e delle problematiche ad essi legate. Dopo aver

prestato attenzione ai diversi interventi la candidata presidente ha integrato alle risposte sui

problemi locali una descrizione sui punti principali del programma de "L'altra Emilia­Romagna"

soffermandosi particolarmente sulle questioni legate ai beni comuni e all'inopportunità di speculare

su di essi; sulla precarizzazione crescente del mercato del lavoro e il tentativo di renderlo, se

possibile, ancora più instabile e privo di diritti; sullo smantellamento progressivo del welfare e in

particolare sulla sanità, storicamente efficiente nella nostra regione, senza perdere di vista le

tematiche nazionali e internazionali con le quali si dovrà confrontare ed ha concluso proponendo

un ultima considerazione: " Questo ahimè troppo lungo elenco di problemi affiorati questa sera,

crea condizioni di vita difficoltose e dure ad un gran numero di persone che si sentono ogni giorno

lasciate sempre più sole e inascoltate; è compito nostro, della nostra lista fortemente collocata a

sinistra fornire soluzioni e dare risposte a queste persone, proprio perchè sono loro che rivestono

maggior importanza rispetto alle miopi logiche di profitto, le quali sono invece la causa dei problemi stessi."

L'incontro è il primo di una serie che "L'altra Emilia­Romagna" ha intenzione di organizzare sul

territorio durante la prossima campagna elettorale, a ridosso della quale verranno allestiti inoltre i

banchetti per la raccolta delle firme per la presentazione della la lista

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'altra Europa inizia da Piacenza

IlPiacenza è in caricamento