rotate-mobile
Politica Mucinasso

L’ampliamento di “Af Corse” mette tutti d’accordo

In commissione 2 parere favorevole alla richiesta della società di allargarsi a Mucinasso: «In un primo momento si era pensato a una delocalizzazione». Gestisce quasi cento auto

Tutti d’accordo i consiglieri comunali. “Af Corse”, la società-scuderia di Amato Ferrari, presente a Piacenza dal 2003, va aiutata per creare le migliori condizioni possibili di lavoro. La società che prepara le auto da corsa per il Gt, che ha sede a Mucinasso, ha infatti presentato al Comune di Piacenza la richiesta di potersi ampliare, non molto distante dagli spazi che già occupa, che ospitavano in passato un’azienda di prodotti agricoli.

«Af Corse – ha spiegato l’architetto Claudia Perotti in commissione 2, presieduta da Lorella Cappucciati (Lega) – impiega 85 persone tra lavoratori fissi e esterni, per gestire 96 auto. Si prevede un incremento del parco vetture, 5-6 in aggiunta ogni anno. È stata inoltre scelta per la gestione di una nuova Hypercar della Ferrari per il 2023». L’attuale sede sta stretta. «Gli spazi erano già limitati prima, questo nuovo progetto costringe Af Corse ad allargarsi. Servono nuovi spazi, perché i lavoratori aumenteranno fino a 105».

«La società – ha aggiunto la geometra Doretta Faggiani - aveva pensato inizialmente a una delocalizzazione, poi ha deciso di ampliarsi nelle vicinanze nell’area agricola oggetto della pratica, che diventerà produttiva. Qua sorgerà una struttura pre-febbricata su due piani. Af Corse era costretta ad affittare dei capannoni lontani per ospitare una trentina delle sue auto, con spese di gestione alte per la sicurezza».

Dalla commissione sono emersi altri dettagli. Le acque di scarto verranno convogliate verso un canale gestito dal Consorzio di Bonifica. Verranno inoltre realizzate due vasche di laminazione e un impianto fotovoltaico, oltre alle alberature piantate in tutta l’area per compensare l’utilizzo di suolo agricolo.

«Non è previsto un aumento del traffico – hanno puntualizzato le due professioniste che si sono occupate del progetto -, avere tutte le auto da corsa presenti nello stesso posto comporterà, anzi, l’azzeramento degli spostamenti». L’aula si è dimostrata favorevole all’ampliamento. Apprezzamenti da Sergio Pecorara (Lega) al percorso svolto. «Scelta positiva quella di permettere l’ampliamento – ha aggiunto Massimo Trespidi (Liberi) - che non prevede flussi di traffico. Se la società avesse delocalizzato, ci troveremmo un capannone sfitto. Giusto compensare con la presenza di alberi». «Questa non è logistica – è la precisazione di Luigi Rabuffi (Pc in Comune) - offre posti di lavoro e di qualità. Il tema però è: si tende a sostituire il suolo agricolo con aree cementificate». Pollice in alto anche da Mauro Saccardi (Misto) al progetto.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’ampliamento di “Af Corse” mette tutti d’accordo

IlPiacenza è in caricamento