L’assessore Francesco Timpano: «L’impegno dell’Amministrazione comunale per garantire il diritto allo studio»

«In questo momento di difficoltà l'Amministrazione comunale ha intenzione di mantenere e sviluppare l'investimento fondamentale nel sistema universitario attraverso il sostegno agli studenti piacentini che frequentano l'università»

L'assessore Francesco Timpano

«Il dibattito di bilancio ha dato la possibilità di fare una riflessione ampia tra le forze politiche di maggioranza sul tema del diritto allo studio a Piacenza. In questo momento di difficoltà l'Amministrazione comunale ha intenzione di mantenere e sviluppare l'investimento fondamentale nel sistema universitario attraverso il sostegno agli studenti piacentini che frequentano l'università ed anche attraverso il sostegno alla frequenza delle nostre università piacentine, sia quelle con sede amministrativa fuori dalla Regione Emilia Romagna, Università Cattolica e Politecnico di Milano, sia quelle con sede amministrativa nel territorio emiliano, Conservatorio e Scienze infermieristiche e fisioterapia dell'Università di Parma. In questo quadro sono confermate le risorse alle università piacentine rispetto agli anni precedenti. Sulla loro destinazione sarà utile ed importante effettuare una verifica nel futuro» Sono le parole dell'assessore Francesco Timpano che interviene con una nota ufficiale.

«Questa azione, in una fase di contrazione delle risorse agli enti che sostengono il diritto allo studio, ha necessità di forte innovazione rispetto al passato, avendo in prima istanza forte l'attenzione per i giovani della nostra città e per le loro famiglie ed anche per la capacità attrattiva della nostra città e delle nostre università. In questo momento le nostre università locali assegnano oltre 350 borse complessive, in buona misura accompagnate dalla esenzione delle tasse, mentre l'azienda Er.Go. della Regione Emilia Romagna assegna circa 60 borse annue a piacentini che frequentato altre sedi universitarie in regione. Lo stato attuale della soddisfazione delle richieste per borse di studio appare sostanzialmente positivo, con l'accoglimento delle richieste di tutti gli studenti idonei per reddito e per merito».

«Ciò nonostante, sarà necessario fornire alla città un quadro complessivo del diritto allo studio a Piacenza attraverso un rapporto sul diritto allo studio che sarà presentato subito dopo l'estate. Si dovrà poi  attivare immediatamente un programma di interventi a sostegno del diritto allo studio su cui fare convergere le azioni delle università e degli enti per il diritto allo studio (regionali e non) al fine di aumentare le borse per gli studenti, di aumentare i servizi per gli stessi e di rafforzare in generale il sostegno agli studi universitari. Più in generale sarà necessario aumentare le risorse a favore degli studenti».

«In questa direzione è andata la prima convenzione stipulata su impulso dell'amministrazione comunale e per l'impegno fattivo del Collegio Morigi con l'azienda Er.Go. che ha determinato l'attivazione di convenzioni per la ristorazione, di un programma di orientamento al lavoro e di borse per posti letto da attivare per le università con sede amministrativa in Piacenza. In questa direzione ulteriori interventi saranno programmati nei prossimi mesi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento