«Zandonella organizza raduni nazifascisti», indagati tre attivisti del collettivo "ControTendenza"

Chiuse le indagini, l'assessore denunciò i manifestanti che avevano esibito cartelli che lo accostavano al nazifascismo. Zandonella: «Sono stato diffamato». Il Collettivo sui social: «Attacco alla libertà di espressione, è un amico dichiarato di CasaPound»

Nell'immagine, i due cartelloni oggetto delle querele. Sotto, l'assessore Zandonella

«Sentendomi diffamato da alcune pesanti frasi nei miei confronti, ho sporto denuncia. Ora aspetto che la giustizia faccia il suo corso». È Luca Zandonella-11lapidario il commento dell’assessore alla sicurezza Luca Zandonella, che nei mesi scorsi aveva denunciato i manifestanti del collettivo “ControTendenza” di Piacenza, che lo hanno accostato al nazifascismo. Durante la Festa della Liberazione dello scorso 25 aprile venne organizzata una protesta nei confronti dell’Amministrazione da alcune decine di antagonisti, che intonavano cori contro la Giunta. Durante la protesta – arginata dalle forze dell’ordine - esibirono anche alcuni cartelli. Tra questi, due hanno evidentemente urtato la sensibilità del componente dell’Amministrazione: «L’assessore Zandonella organizza raduni nazifascisti» e «La Giunta Barbieri chiude spazi sociali e li assegna ai nazifascisti». Il secondo è riferito a Spazio4, bando portato avanti dall’assessore Zandonella tra molte polemiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così l’esponente leghista ha deciso di querelare i manifestanti e ora sono si sono chiuse le indagini: tre sono gli indagati per aver offeso la reputazione del giovane assessore. «Oggi tre compagni – è il commento del Collettivo ControTendenza affidato alla pagina Facebook - hanno ricevuto la denuncia, comminata da parte del pavido assessore Zandonella. Urtato dal fatto che la città lo detesti, l’amico dichiarato di CasaPound non riesce a far altro che sporgere denuncia. Una denuncia senza speranze, certo, ma che dimostra tutta la pochezza e che costituisce in ogni caso un pesante attacco alla libertà di espressione. Ci vediamo in piazza, e i cartelli saranno ancora più chiari stavolta!».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento