Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

«L’intercettore F-104 trovi casa in uno spazio pubblico cittadino»

E' la richiesta che i consiglieri comunali di Fratelli d’Italia rivolgono al sindaco ed alla giunta di Piacenza

Il caccia

«L’intercettore F-104 trovi casa in uno spazio pubblico cittadino» è la richiesta che i consiglieri comunali di Fratelli d’Italia rivolgono al sindaco ed alla giunta di Piacenza. «Quanto deciso dai consigli di facoltà dell’università Cattolica  -  rimarcano in un'interrogazione urgente Migli, Bertolini, Domeneghetti e Foti  - non si deve concludere con il trasferimento del velivolo, donato dall’Aeronautica militare, a Varese. La città di Piacenza, la cui tradizione aeronautica è ben nota, individui uno spazio idoneo alla collocazione dell’aeroplano il cui valore simbolico e materiale non deve essere disperso fuori dai confini della nostra provincia». La vicenda, sorta in seguito alla decisione annunciata dal direttore amministrativo, ha scaldato gli animi dei consiglieri di Fratelli d’Italia a palazzo Mercanti: «Bisogna scongiurare con ogni mezzo – chiedono Migli, Bertolini, Domeneghetti e Foti – il trasferimento dell’intercettore F-104. Lo stesso è collocato a Piacenza sia per commemorare la memoria di padre Gemelli, rettore-aviatore fondatore della Cattolica, sia per il dovuto senso di gratitudine per l’attività svolta dall’Aeronautica Militare Italiana». I consiglieri di Fratelli d’Italia chiedono quindi al sindaco ed alla Giunta «di richiedere al ministero della Difesa la concessione in comodato d’uso del velivolo per poterlo collocare in un adeguato spazio pubblico cittadino».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«L’intercettore F-104 trovi casa in uno spazio pubblico cittadino»

IlPiacenza è in caricamento